Agroalimentare

foto articolo newsageagro

Agrocepi a Macfrut: «Un paniere dell'ortofrutta e un patto per mandorle e nocciole»


RIMINI - AGROCEPI, Federazione Nazionale Agroalimentare, ha presentato il 10 maggio, a Macfrut, la Fiera internazionale dell’ortofrutta in corso a Rimini giunta quest’anno alla 36ª edizione, la conferenza “Le nostre filiere dell’ortofrutta per il Made in Italy - Energie & Benessere”, convegno in cui sono stati illustrati i due progetti di filiera che Agrocepi, a seguito di un bando del ministero delle Politiche agricole, promuove al Macfrut 2019: Ortofrutta e Frutta in guscio. Il primo ha come obiettivo quello di creare il Paniere dell'ortofrutta, con apposita certificazione, per una nuova offerta integrata sui mercati e mettere insieme 22 aziende di 8 regioni italiane con un programma di investimenti pari a 45 milioni di euro finanziati dal Mipaaft. Il secondo - frutta in guscio - ha fra i propri obiettivi un patTo fra trasformatori e produttori per valorizzare le produzioni di mandorle e nocciole, essenzialmente con livelli di alta qualità e prevede un investimento di circa 20 milioni con 10 aziende di vari territori. Il comune denominatore delle due filiere è dato dalla strategia di promuovere il Made in Italy su tutti i mercati nazionali ed esteri.

 

PRODUTTORI, INDUSTRIA E BANCHE L'idea è quella che per dare valore aggiunto alle produzioni italiane serva un forte connubio tra mondo agricolo, della trasformazione, dei consumatori e delle istituzioni, a partire anche dalle Banche. Alla conferenza erano, infatti, presenti numerosi rappresentanti di diversi settori: oltre a Renzo Piraccini (presidente Ente Fiere Cesena), Christian Vocaturi (vicepresidente Nazionale Agrocepi) e Corrado Martinangelo (presidente Nazionale Agrocepi), hanno dato il loro contributo esponenti di UNAPROA (Unione Nazionale tra le Organizzazioni dei Produttori ortofrutticoli, agrumari e di frutta in guscio), di Italia Ortofrutta, di Rete Innovazione Agricola, Consorzio O.P. Pomez, Rete Benessere in Guscio, Gambero Rosso, ICCREA Banca, Monte dei Paschi di Siena e Tirreno Fruit. Sono intervenuti, inoltre: Rolando Marciano (presidente Nazionale Cepi), Dino Cimaglia (segretario generale Unione nazionale consumatori), Igino Cecchetti (direttore commerciale Gruppo De Lucia) e Alessandro Apolito (dirigente Mipaaft). Per le conclusioni finali è stato interpellato Filippo Gallinella (presidente Commissione Agricoltura della Camera). La discussione è stata moderata dal giornalista e massmediologo Klaus Davi

 

FILIERA PATRIMONIO UNESCO Il convegno, nato sotto il marchio #iostoconilmadeinitaly creato proprio da Klaus Davi e da Gallinella, ha presentato anche un’altra grande novità: Agrocepi lancerà la campagna #lostareinsieme patrimonio Unesco, al fine di far diventare l’aggregazione tra le imprese patrimonio mondiale dell’umanità.

 

COS'E' AGROCEPI Agrocepi è Federazione nazionale agroalimentare che promuove, rappresenta, assiste e coordina gli associati, al fine di favorirne il consolidamento e lo sviluppo in moderne ed efficienti imprese e filiere. L’ambizione è quella di riuscire a rappresentare e far crescere, indirizzando verso la collaborazione e la sussidiarietà economica in un contesto europeo, un settore così vasto che va dal primario, alla trasformazione, alla vendita. Sono associate ad Agrocepi 5.325 aziende: circa 5000 aziende agricole che in alcuni casi trasformano i prodotti; circa 300 di sola trasformazione e che vendono ai consumatori; 25 dedite solo alla vendita dei prodotti. Il 15% è rappresentato da consorzi/cooperative, il 55% da piccole/medie/micro imprese e il restante 30% da medie / grandi imprese. Per l’80% sono dislocate al sud e il resto al centro-nord; in totale attualmente occupano circa 100.000 lavoratori.

 

(sotto, da sinistra Corrado Martinangelo (Agrocepi), Klaus Davi, Filippo Gallinella, Alessandro Apolito, dirigente Mipaaft)


10 maggio 2019
Articoli correlati

Vino, marchio Franciacorta collabora con Furla

Il Franciacorta conferma il proprio rapporto con il mondo della moda e dell'arte...

Piemonte, Florovivaismo in netto calo a causa del caro gasolio

La crisi non risparmia il settore del florovivaismo, che in Italia copre il 6% della...

Zootecnia: ora si munge anche con una telecamera in 3-D; il digitale entra nelle stalle

Ora si munge anche utilizzando una camera in 3-D. Tecnologicamente unica per la ricerca...

Per TuttoFood aiuti alle imprese dalle camere di commercio: stand e contatti con estero

Benefit vari, per un valore complessivo di 5000 euro, che vanno dalla formazione...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Bologna
Bologna, 3 giugno: Il Sistema agroalimentare dell'Emilia Romagna e il rapporto 2018
foto articolo newsageagro
Asti
Le bollicine dell'Asti Doc sposano la pasticceria al congresso internazionale a Milano
foto articolo newsageagro
Bari
Bari, il 10 giugno il Salone dei vini e degli oli del Sud: oltre 110 cantine al Castello di Sannicandro
foto articolo newsageagro
Mantova
Mantova Food&Science festival, convegno di Landini il 18 maggio: al centro il precision farming

Seguici su Facebook