Agroalimentare

foto articolo newsageagro

Agromafie e tarocchi, in difesa del food veneto la Regione schiera l'Osservatorio


PADOVA - I prodotti agroalimentari delle aziende venete - tutti rigorosamente made In Italy - sono sotto attacco da molto tempo. Ma la regione Veneto non sta a guardare e ha attivato l’Osservatorio sulla criminalità in agricoltura e sul sistema agroalimentare. E’ quanto ha ricordato, il 4 febbraio, a Padova l’assessore regionale all’agricoltura Giuseppe Pan, intervenendo al convegno su agromafie, contraffazioni e illegalità nel settore agroalimentare, promosso dalla Coldiretti.

 

«Le eccellenze di questa Regione - ha detto Pan - debbono misurarsi con la concorrenza sleale di imitatori stranieri che si affacciano al di qua o al di là del confine orientale, occhieggiando da Austria, Slovenia e Croazia per intercettare ignari consumatori, ma anche affermati ristoratori o tentare la grande distribuzione con fenomeni di Italian Sounding: una bottiglia di “Secco” dalla forma panciuta, una vassoio di “Radizzo” celofanato in viola, un prosciutto “Dulze”, con l’immagine di una città murata che nell’etichetta fa da sfondo al nome: certo, l’Austria abbonda di castelli, ma le robuste mura rosse di mattoni sono un’altra cosa, estranea alla cultura della Carinzia».

 

La Regione Veneto - ha ricordato l’assessore - ha commissionato all’Osservatorio sulla criminalità in agricoltura e sul sistema agroalimentare la predisposizione di uno strumento giuridico agile e di pronto intervento per ottenere la rimozione dagli scaffali d’oltre confine di quei prodotti contraffatti, d’imitazione servile, che danneggiano il comparto agroalimentare del Veneto. «Una cosa non facile - ha spiegato - che deve muoversi fra la libertà di concorrenza predicata dall’Unione europea, la sovranità degli Stati esteri e un certo protezionismo di cui godono i produttori esteri. Non di meno, la via è stata trovata, le collaborazioni estere ottenute, le disponibilità comunitarie raccolte. È l’occasione per valorizzare ancora di più i nostri prodotti, tutelati ed accompagnati dalla Regione Veneto in un mercato insidioso, ma dalle grandi opportunità».


04 febbraio 2019
Articoli correlati

"Dal mare alla piazza", una tre giorni a Padova per valorizzare le specie ittiche

'Dal mare alla piazza' è il progetto di promozione e valorizzazione delle specie...

Montello e Colli Asolani: bando regionale di 250mila euro per aree rurali e agriturismo

La Giunta regionale del Veneto, su iniziativa dell'assessore all'Agricoltura Franco...

Legname e sfruttamento biomasse: prorogati i termini per conclusione interventi finanziati da Psr

 Sono stati prorogati di 6 mesi, cioè al 10 aprile 2014, i...

Pesca, tutela patrimonio ittico: entro novembre bandi regionali per 700mila euro

Per la realizzazione di progetti di tutela del patrimonio ittico autoctono delle acque...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Piacenza
Parte il Valtidone Wine Fest, un mese con i vini piacentini: fare squadra per valorizzare cantine e territorio
foto articolo newsageagro
Brescia
Brescia, tre serate sul Garda con i vini rosé e rossi della Valtènesi
foto articolo newsageagro
Bari
Bari, Agrilevante: riflettori sulla bioeconomia e le filiere innovative
foto articolo newsageagro
Piacenza
Piacenza, a settembre il Valtidone Wine Fest: in festa i vini locali e la malvasia di Leonardo

Seguici su Facebook