Agroalimentare

foto articolo newsageagro

Assolatte: «Sale l'export dei formaggi italiani ed è boom della mozzarella in Giappone»


MILANO - La mozzarella che cresce del +101,8% in Giappone e del +106,0% in Cina. Il Gorgonzola che mette a segno un +78,0% in Indonesia e un clamoroso +529,1% in Cina. Grana Padano e Parmigiano Reggiano che avanzano di un ulteriore +24,7% negli Stati Uniti e di un +36,8% in Giappone. Il Pecorino che torna a crescere negli Usa (+32,5%)e in Gran Bretagna (+28,7%) e raccoglie un bel +50,7% in Olanda. Il Provolone che ottiene un brillante +76,3% in Spagna e un +60,9% in Austria. L’Asiago e i suoi “fratelli” che brillano in Francia (+16,8%), in Gran Bretagna (+18,2%) e, soprattutto, in Spagna (+28,8%). E poi, ancora, la grande famiglia dei formaggi freschi (come crescenza e robiola), che avanza del 22,2% in Belgio, del +46,7% in Canada e addirittura del +536,1% in Indonesia. Per concludere con i comodi formaggi grattugiati, in aumento del +18,8% in Germania, del +29,2% in Canada e del +50,0% in Indonesia. 

 

LA CRESCITA «Si è aperto in modo molto positivo e brillante il 2019 per le esportazioni italiane di formaggi. Nel primo trimestre - sottolinea Assolatte - l’export caseario è cresciuto del +12,2% in valore e del +8,3% in volume proseguendo il trend positivo che registrano da anni. In cifre assolute, le imprese italiane hanno venduto all’estero 102.045 tonnellate per un controvalore che ha sfiorato i 698 milioni di euro. Grazie all’aumento dell’export e alla concomitante contrazione dell’import caseario, la bilancia commerciale italiana del settore raggiunge un ulteriore miglioramento, spiega Assolatte, e chiude il trimestre con un risultato positivo superiore a 260 milioni di euro».

 

IL PECORINO SALE Tra i fenomeni più significativi del primo trimestre 2019 c’è la “riscossa” del Pecorino, che registra aumenti a doppia cifra in diversi mercati strategici: Francia (+12,0%), Germania (+13,4%), Regno Unito (+28,7%), Paesi Bassi (+50,7%), Asia (+14,5%). A spiccare, spiega Assolatte, è soprattutto il recupero del Pecorino negli Stati Uniti, il suo principale mercato di sbocco, dov’è cresciuto del +32,5%  rispetto al primo trimestre del 2018. 

 

I MERCATI Notevole la performance dei formaggi italiani in Giappone. Assolatte fa sapere «che il primo trimestre si è chiuso con una crescita dei volumi del +25,8% e con significativi incrementi per gran parte delle categorie di prodotto: mozzarella (+101,8%), Grana Padano e Parmigiano Reggiano (+36,8%), Gorgonzola (+21,7%), Provolone (+33,8%)». L'Associazione lattiero-casearia segnala anche che «i formaggi italiani sono tornati a crescere, e spesso in modo rilevante, anche nei mercati di sbocco storici, soprattutto in Europa. «I risultati poco entusiasmanti della fine del 2018 hanno lasciato il posto, tra gennaio e marzo 2019, a importanti incrementi in quasi tutti i mercati più importanti: +6,8% in Francia (nel 2018 aveva chiuso con un -2%); +8,1% nel Regno Unito (-8% l’anno scorso); +23,2% negli Stati Uniti (-15% nel 2018). In parallelo - aggiunge Assolatte - continuano a espandersi i mercati emergenti, in particolare quelli asiatici. Nel primo trimestre 2019 le vendite di formaggi italiani sono cresciute del +74,9% in Indonesia e del +6,2% in Cina».

 

CALO IN CANADA Preoccupa, invece, il Canada. Nel primo trimestre 2019 si è registrato un forte calo dell’export (-33,3%), frutto di un inizio anno particolarmente complesso per i nostri formaggi (-57% a gennaio; -35% a febbraio; -9% a marzo). Questa performance negativa è il frutto di un utilizzo incostante delle quote CETA, favorito da un inefficiente sistema di distribuzione del contingente tariffario. «Questo risultato conferma le preoccupazioni già esposte da Assolatte e la necessità di continuare a lavorare per una piena applicazione dell’accordo, con una completa e costante assegnazione delle quote alle aziende realmente interessate ai formaggi italiani».


06 luglio 2019
Articoli correlati

Lombardia, ripartono le esportazioni che fanno registrare +7% Lodi e Pavia in vetta con +10%

La crisi non ferma le esportazioni lombarde, che si riportano su ritmi di crescita...

Rimini, Sipo lancia un brand di insalate bio per i mercati esteri

 Una linea di insalate biologiche con un nuovo brand per i...

Ortaggi, erbe e insalate biologiche: nuova linea Sipo per i mercati esteri

Dopo il lancio lo scorso anno delle spremute di frutta fresca SI...

Confai: Grana e Parmigiano uniti, una rete che promuova le grandi Dop per export e contro falsi

MANTOVA - «Ritengo sia giunto il momento che i due consorzi di tutela del Grana...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Piacenza
Il Valtidone wine fest all'ultima tappa con le bollicine, presenze in crescita e diretta di Rete 4
foto articolo newsageagro
Bologna
Il ministro Bellanova punta sul biologico, FederBio: «Pronti a collaborare»
foto articolo newsageagro
Rimini
Sigep, le grandi sfide del dolciario con il top di gelateria, panetteria e pasticceria
foto articolo newsageagro
Milano
Il Bitto simbolo della montagna lombarda e dei suoi valori, vetrina con le Olimpiadi invernali

Seguici su Facebook