Agroalimentare

foto articolo newsageagro

Assolatte, tornano i fiocchi di latte: crecono le vendite in quantità e in valore


MILANO - A volte ritornano. Magari in una nuova veste o perché se ne riscoprono, e se ne rivalutano, alcune caratteristiche. Com’è successo ai fiocchi di latte, il prodotto arrivato in Italia alla metà degli Anni 80 sull’onda della passione per l’aerobica, il fitness e la cucina light. Dopo anni di boom, seguiti da un periodo di riflessione, i fiocchi di latte sono tornati. E alla grande: tra giugno 2018 e giugno 2019, le vendite di fiocchi di latte nella distribuzione italiana sono cresciute del 9,7% in quantità e del 12,1% a valore, afferma Assolatte,  facendone uno dei prodotti meglio performanti dell’intero mercato caseario italiano.

 

I NUMERI DELLA CRESCITA E con volumi di vendita significativi: complessivamente, nei punti vendita della Gdo in Italia vengono acquistati in un anno 5.600 tonnellate di fiocchi di latte, aggiunge Assolatte, per un  controvalore di 55,9 milioni di euro. «La “riscoperta” dei fiocchi di latte da parte degli italiani - spiega Assolatte - è guidata dai plus nutrizionali di questo latticino, che è caratterizzato da un alto apporto proteico e da un basso contenuto di carboidrati e di grassi. 100 grammi forniscono infatti ben 10-13 grammi di proteine con solo il 3-4,5% di grassi (e appena l’1-3,5% di carboidrati). Il tutto con pochissime calorie: a seconda delle aziende e delle marche, infatti, 100 grammi di fiocchi di latte forniscono dalle 85 alle 97 Kcalorie. Ossia, meno di 1 caloria per grammo».

 

I VALORI NUTRIZIONALI Consumando una porzione di fiocchi di latte, che corrisponde a 200 grammi, si copre ben il 48% dell’apporto giornaliero di proteine consigliato per un adulto e solo il 12% di quello di grassi e meno dell’1% di quello dei carboidrati. E con solo il 10% delle calorie giornaliere. Le proteine dei fiocchi di latte, poi, sono davvero super: sono quelle che saziano di più e che controllano meglio i livelli di zucchero nel sangue. Caratteristiche che hanno nel Dna: provenendo dal siero di latte, hanno un elevato valore biologico, sono di facile digestione e bloccano in fretta l’appetito perché stimolano subito i principali ormoni della sazietà rilasciati dal tratto gastrointestinale. Inoltre queste sieroproteine aiutano anche a dimagrire conservando una buona tonicità muscolare, perché apportano aminoacidi ramificati (come la L-leucina) che contribuisce a preservare i muscoli, favorendo la sintesi proteica, anche durante una dieta ipocalorica.

 

I FIOCCHI IN CUCINA A completare il profilo virtuoso di questo latticino ci sono in commercio  anche le versioni “senza lattosio” e quelle “light”, che, a parità di apporto proteico, non arrivano a 70 calorie per 100 grammi. L’altro grande vantaggio dei fiocchi di latte è la loro praticità. Confezionati in comode vaschette ready-to-eat, “risolvono” tante occasioni di consumo: rappresentano un pranzo nutriente e leggero, una merenda sana ed equilibrato, uno spuntino tonificante dopo la palestra. E poi c’è il fattore versatilità, sottolinea Assolatte: «Freschi e delicati, i fiocchi di latte si possono consumare sia in versione salata sia dolce e si sposano alla perfezione con tanti ingredienti, come verdure, crostacei e uova. E sono un ingrediente che aggiunge cremosità e gusto a tante ricette, dalle omelette ai sughi per la pasta, dalle torte di verdure alle crespelle, dai cheesecake ai muffin».


12 novembre 2019
Articoli correlati

Dati Istat: commercio giú, male gli alimentari

Secondo i dati resi noti oggi dall'Istat, le vendite al dettaglio a novembre...

Lombardia ritorna il sale d'oca

Vino biologico, controllato e verificato

 La differenza sostanziale tra 'vino naturale' e 'vino biologico' sta nel fatto...

Lombardia, accordo per le trote nelle mense scolastiche di Milano

 La trota lombarda incontrerà il gusto dei bambini di Milano? Non è una...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Piacenza
Biostimolanti, incontro a Confagricoltura Piacenza: potenzialità e applicazioni
foto articolo newsageagro
Bari
Oli e vini del Meridione, aperte le iscrizioni a Radici del Sud
foto articolo newsageagro
Rimini
Macfrut 2020, tour guidati sui biostimolanti per garantire difese alle produzioni
foto articolo newsageagro
Brescia
La nutrizione ela gestione della riproduzione nel suino, convegno a Brescia

Seguici su Facebook