Agricoltura

foto articolo newsageagro

Bologna, le potenzialità del sorgo, risparmio e tutela dell'ambiente: un convegno il 21 novembre


BOLOGNA - Agricoltura e sostenibilità ambientale. Due facce della stessa medaglia su cui oggi si concentrano molti dibattiti, soprattutto se legati ai cambiamenti climatici e alle loro conseguenze. Dei vantaggi che il sorgo può garantire all’aspetto economico dell’agricoltura e a quello della sostenibilità ambientale si parlerà a Ozzano Emilia (BO) il 21 novembre 2019 quando, nell’Aula Messieri del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università di Bologna, a partire dalle 9.30, si terrà il convegno “Il sorgo, la risposta a un’agricoltura che guarda al futuro”, promosso dall’Organizzazione Interprofessionale europea Sorghum ID.

 

Un’occasione molto importante di approfondimento e confronto durante il quale di questo cereale, quinto per importanza al mondo, si parlerà a 360 gradi: dai risultati della ricerca scientifica sul miglioramento genetico della pianta al suo impiego nella razione alimentare delle bovine da latte; dalla produzione di biometano alla coltivazione per l’alimentazione umana; dagli obiettivi del Progetto Sorghum ID, volto a incentivare la produzione di sorgo a livello europeo, agli aspetti economici e di sostenibilità ambientale che, come abbiamo detto, ne derivano. Di questi parlerà Alessandro Ragazzoni, docente del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Università di Bologna.

 

«Le mutate condizioni climatiche a cui assistiamo da qualche anno a questa parte e che soprattutto in Pianura Padana si manifestano con eventi molto violenti, capaci di scaricare al suolo grandi volumi d’acqua - spiega - alternati a periodi particolarmente siccitosi, ci impongono una serie di riflessioni che non possono essere disattese e che, in questo caso specifico, dimostrano la notevole adattabilità del sorgo a fronteggiare condizioni che non è esagerato ritenere estreme, una adattabilità ben superiore a quella che può dimostrare il mais». Una  delle caratteristiche del sorgo, infatti, è proprio quella di essere considerata una pianta “C4”, che significa possedere un meccanismo di assorbimento della CO2  in grado di garantire un migliore rendimento della fotosintesi e quindi una migliore efficienza in condizioni di caldo e siccità.

 

RISPARMIO E AMBIENTE «In base a queste considerazioni - ragiona Ragazzoni - è necessario fare valutazioni economiche e ambientali dalle quali emerge che il sorgo rappresenta sicuramente un’alternativa molto interessante alla coltivazione del mais per due motivi principali. Il primo è di carattere economico, perché produrre sorgo vuol dire risparmiare sui costi colturali a iniziare da quelli energetici necessari per il funzionamento degli impianti di irrigazione, a cui si aggiungono i risparmi legati a un minor impiego di concimi azotati, che in media si riducono del 20-25%. Il secondo aspetto è di più ampio respiro e riguarda l’ambiente, a iniziare da un fabbisogno idrico contenuto e dalla possibilità di esercitare un maggior controllo sulle emissioni climalteranti che rispetto al mais sono molto ridotte.  La ricerca scientifica deve puntare molto sul miglioramento genetico del sorgo - conclude - e soprattutto per la tipologia da granella, destinata all’alimentazione zootecnica, riuscire a dimostrare tutte le sue potenzialità. Le resistenze di una parte del mondo agricolo, abituato con il mais a raccolti che mediamente oscillano tra i 120 e i 130q./ha, esistono e possono anche essere comprensibili dal momento che con il sorgo si può arrivare attualmente a una media di 80q/ha. Le condizioni ambientali però stanno visivamente cambiando e ci obbligheranno a trovare soluzioni sostenibili sia da un punto di vista economico che ambientale. Con il sorgo, la soluzione potrebbe essere a portata di mano».


23 ottobre 2019
Articoli correlati

Venezia, Pan: «Contro le agromafie, rendere sicura la circolazione di cibi sani»

VENEZIA - «In Italia un terzo della spesa quotidiana è costituita da...

Coldiretti Piacenza, "Agricoltura con il segno +": le opportunità della multifunzione per le imprese

PIACENZA - Saranno la multifunzionalità e le opportunità che in...

Fruit&Veg System, il 6 maggio a Veronafiere workshop sul “Packaging che fa sistema”

VERONA - Fruit&Veg System, l’innovativo...

Bioenergy a Cremona, dagli scarti della lana si ricavano fertilizzanti ad alto valore aggiunto

CREMONA - Il progetto, europeo, si chiama Life+GreenWoolf,...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Ferrara
Verso Futurpera, 28-30 novembre: al centro dei convegni i problemi fitosanitari
foto articolo newsageagro
Parma
Parma, torna l'asta delle bovine del comprensorio del Parmigiano
foto articolo newsageagro
Piacenza
Cantina Valtidone in festa per due giorni, il vino novello sposa Cioccolandia
foto articolo newsageagro
Piacenza
Castel San Giovanni, pochi giorni al via della 16esima edizione di Cioccolandia

Seguici su Facebook