Enogastronomia

foto articolo newsageagro

Carne scaduta da 4 anni pronta a essere venduta per Natale, la Finanza ne sequestra 140 ton a Piacenza


PIACENZA - Carne scaduta da quattro anni - importata dall'Est Europa, dal Sud America ma proveniente anche dall'Italia - priva di qualsiasi tipo di etichettatura e tracciabilità. “Black Meat”, la maxi operazione della Guardia di Finanza di Piacenza, guidata dal colonnello Daniele Sanapo, ha portato al sequestro di 140 tonnellate a Castelvetro e ha scongiurato il rischio concreto che la carne venisse Illecitamente lavorata e rietichettata per essere reimmessa in commercio. Il prodotto, potenzialmente dannoso per la salute umana avrebbe potuto invadere vaste aree proprio nell'avvicinarsi delle festività natalizie, raggiungendo migliaia di ignari consumatori. L'operazione è stata illustrata, oltre che dal colonnello Sanapo, dal comandante del Gruppo, il tenente colonnello Luca Elidoro, dal tenente Francesco Giglio e Marco Delledonne, direttore del dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl

 

Le Fiamme gialle di Piacenza, richiesto ed ottenuto l’ausilio di personale dell'Asl, che ha specifiche competenze, hanno scoperto che gran parte della carne aveva una data di scadenza superata (2013-2015) ed era sprovvista di qualsiasi etichettatura utile a tracciarne provenienza e destinazione. Nelle celle congelanti dello stabilimento di stoccaggio  e trasformazione delle carni a Castelvetro, i militari si sono trovati di fronte ad una situazione che avrebbe potuto provocare gravi ripercussioni sulla salute e sul mercato alimentare se non fosse stata stroncata prima dell’immissione in commercio. Sono state poi riscontrate carenze igieniche, il mancato rispetto delle procedure di autocontrollo e il corretto mantenimento della catena del freddo (la carne era stata ricongelata dopo aver subito un fortuito decongelamento), hanno portato al sequestro di tutto il prodotto custodito in modo non conforme alle norme e l’applicazione, nei confronti della società, proprietaria, di una serie di sanzioni  che vanno dai 2mila agli 8 mila euro. «Le indagini nonsono ancora terminate, anzi, l'azienda è sotto la nostra attenta osservazione», hanno spiegato i militari.


Il servizio veterinario della Ausl ha sospeso la temporanea attività di stoccaggio e deposito del prodotto congelato, in attesa della distruzione. Parte della carne, pur correttamente conservata, era all’interno delle celle in modo da nascondere a prima vista i bancali di prodotto non in regola. In tutto, sono stati sequestrati 139mila chimi di carne non destinabile al consumo umano, in particolare 88.740 mila chili privi di indicazione e tracciabilità e 50.289mila chili di prodotto scaduto.

 

«L’attività svolta - sottolineano i finanzieri - è un monito per tutti i consumatori e operatori del settore, affinché prestino massima attenzione, soprattutto durante le prossime festività, sulla provenienza e sulla scadenza dei prodotti alimentari, spesso commercializzabili a prezzi maggiormente concorrenziali. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti finalizzati a ricostruire la reale provenienza della carne e a verificare il rispetto della normativa fiscale dell'azienda».

 

(nelle immagini della Gdf, la carne sequestrata)

 


06 dicembre 2017
Articoli correlati

Bergamo, a GourmArte in tavola anche i vini della Valtellina e della Franciacorta

Lo storico capitano dell'Inter Zanetti nella squadra degli ambasciatori di Expo

Osservatorio Agri&Food: calo produzione Parmigiano e soluzioni post quote latte

 CREMONA - E' stato pubblicato...

Brescia, da San Valentino in commercio il primo Chiaretto del Consorzio Valtènesi

BRESCIA - Il 2015 del Consorzio Valtènesi comincia sotto il segno del...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Pordenone
Pordenone, alla fiera "Rive" approfondimenti su lieviti e tecnologia
foto articolo newsageagro
Rimini
Sigep e BeerAttraction collaborano insieme per le nuove frontiere della food innovation
foto articolo newsageagro
Reggio Emilia
Campionato di coniglicoltura a Reggio Emilia, in mostra il meglio delle razze di pregio
foto articolo newsageagro
Roma
Va in archivio l'edizione 2017 di "Eima Agrimach", grande evento per i mercati asiatici

Seguici su Facebook