Agricoltura

foto articolo newsageagro

Coldiretti: «Con l'accordo Ue-Mercosur falsificato il cibo italiano in Sudamerica»


BOLOGNA - «L'Europa si appresta ad annunciare l'accordo internazionale con il Mercosur che comporterà, fra l'altro, delle importanti importazioni di zucchero. E in Emilia Romagna abbiamo l'ultimo zuccherificio italiano che così rischierà di chiudere». Con queste parole il presidente di Coldiretti, Ettore Prandini, ha commentato dal palco del Villaggio Coldiretti di Milano gli accordi di scambio con il mercato comune dell'America meridionale. 

 

L’accordo appena siglato tra la Ue e i Paesi del Mercosur- ricorda Coldiretti Emilia Romagna - legittima inoltre la falsificazione di oltre il 93% dei prodotti agroalimentari Made in Italy in Sudamerica, compresi i prodotti più esportati all’estero, dal Prosciutto di Parma al Parmigiano Reggiano che dovranno coesistere con le loro imitazioni locali per molto tempo. «Nel negoziato - denuncia Coldiretti regionale - su un totale di 297 denominazioni italiane Dop/Igp  e di 523 vini riconosciute dall’Unione Europea ne saranno tutelati meno del 7% (appena 57 tra alimentari e bevande) che dovranno peraltro in molti casi convivere per sempre con le “brutte copie” sui mercati sudamericani, a partire dalla Fontina, dal Parmesan, Parmesano, Parmesao e Reggianito».

 

«Si tratta di un accordo doppiamente intempestivo, poiché oltre ad essere stato varato in piena fase di rinnovo delle Istituzioni comunitarie, rischia di avere un effetto dirompente con i nuovi dazi annunciati dal presidente Usa, Donald Trump, che aumenterebbero i prezzi dei prodotti italiani sul mercato americano rendendo più competitive le falsificazioni provenienti da Paesi non colpiti dalle misure, proprio come quelli del Mercosur», ha affermato il presidente Prandini nel sottolineare l’importanza che «i rappresentanti italiani nel Parlamento e nelle istituzioni europee votino ora contro un’intesa che, come nel caso degli altri trattati col Canada (Ceta), il Giappone, l’Australia e il Vietnam, penalizza il settore agricolo, usato come merce di scambio senza alcuna considerazione del pesante impatto sul piano economico, occupazionale e ambientale sui territori».


09 luglio 2019
Articoli correlati

Gli studenti inaugurano a Venezia la prima Bottega di Campagna amica

I giovani si rivolgono ai giovani, e domani 30 aprile tra i primi ospiti all'inaugurazione...

Bologna, la solidarietá di Campagna Amica raccoglie 7mila euro per la Sardegna e per la Pediatria

BOLOGNA - Il “Raccolto di Natale” di Coldiretti Emilia Romagna ha...

Coldiretti, a Cernobbio summit agroalimentare: soluzioni a crisi e lotta a contraffazione

COMO - Venerdì 17 dalle 10 e sabato 18 ottobre 2014 a Villa d’Este di...

Forum alimentazione, Coldiretti: la crisi alimenta agromafie e falsi cibi con danni alla salute

COMO - Il 61 per cento dei disoccupati è disposto ad accettare un...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Bologna
Il Ministro dell'Agricoltura Teresa Bellanova punta sul biologico. Soddisfazione di FederBio
foto articolo newsageagro
Rimini
Sigep, le grandi sfide del dolciario con il top di gelateria, panetteria e pasticceria
foto articolo newsageagro
Milano
Il Bitto simbolo della montagna lombarda e dei suoi valori, vetrina con le Olimpiadi invernali
foto articolo newsageagro
Milano
Cernobbio, Forum di agricoltura e alimentazione: al centro la svolta green degli italiani

Seguici su Facebook