Agricoltura

foto articolo newsageagro

Coldiretti Mantova, ortofrutta e danni da calamità naturali di tipo biotico: domande entro il 6 aprile


MANTOVA - Con 25 domande su 99 finanziate e risorse per oltre 415mila euro, la provincia di Mantova nel 2017 ha difeso la propria produzione ortofrutticola. Sono questi i numeri, elaborati da Coldiretti Mantova, relativi al bando 2017 dell’Operazione 5.1.01 del Programma di sviluppo rurale della Lombardia sulla “Prevenzione dei danni da calamità naturali di tipo biotico”.

 

Venerdì 6 aprile alle 12 - spiega Coldiretti Mantova, i cui uffici sono disponibili per la compilazione delle domande - chiuderà il nuovo bando dell’Operazione 5.1.01, con una dotazione finanziaria complessiva per l’applicazione delle presenti disposizioni attuative di 4,3 milioni di euro.

L'Operazione 5.1.01 finanzia gli investimenti, finalizzati alla prevenzione dei danni da fitopatie che saranno orientati all'impiego di sistemi, strumenti e metodi non tradizionali, di carattere strutturale ed agronomico. A livello mantovano, sono stati privilegiati gli investimenti delle reti anti-insetto, che rappresentano per chi opera nei segmenti dell’orticoltura e della frutticoltura una delle principali cause di perdita o deterioramento delle produzioni.

Possono accedere all’operazione le imprese agricole del comparto ortofrutticolo relativamente alle sole produzioni di melo, pero, drupacee, kiwi e piccoli frutti per tutto il territorio regionale; le imprese agricole del comparto florovivaistico in possesso di autorizzazione all'attività vivaistica rilasciata dal Servizio fitosanitario regionale e in regola con il pagamento della tariffa fitosanitaria annuale e per interventi effettuati relativamente alle produzioni florovivaistiche per tutto il territorio regionale.

La spesa ammissibile minima è pari a 5.000 euro, mentre quella massima è pari a 100.000 euro. Il contributo in conto capitale è pari all’80% della spesa ammissibile.

Gli eventuali interventi per limitare le popolazioni degli organismi nocivi saranno eseguiti nel rispetto di quanto previsto dalla direttiva 2009/128/CE, del decreto legislativo 150/2014 e del Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, privilegiando, ove possibile, i metodi non chimici.

 

Info: Alessandra Beltramini (0376/375383 alessandra.beltramini@coldiretti.it)


04 aprile 2018
Articoli correlati

Gli studenti inaugurano a Venezia la prima Bottega di Campagna amica

I giovani si rivolgono ai giovani, e domani 30 aprile tra i primi ospiti all'inaugurazione...

Bologna, la solidarietá di Campagna Amica raccoglie 7mila euro per la Sardegna e per la Pediatria

BOLOGNA - Il “Raccolto di Natale” di Coldiretti Emilia Romagna ha...

Coldiretti, a Cernobbio summit agroalimentare: soluzioni a crisi e lotta a contraffazione

COMO - Venerdì 17 dalle 10 e sabato 18 ottobre 2014 a Villa d’Este di...

Forum alimentazione, Coldiretti: la crisi alimenta agromafie e falsi cibi con danni alla salute

COMO - Il 61 per cento dei disoccupati è disposto ad accettare un...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Milano
Milano, la Campagna nutre la città: tutti i mercatini Cia-Donne in campo Lombardia
foto articolo newsageagro
Brescia
Edolo (BS), 28 e 29 aprile Mostra della Razza Bruna: presidio sociale ed economico delle Alpi lombarde
foto articolo newsageagro
Verona
Vinitaly, ricerca IRI: forma, colore e Doc, così gli taliani scelgono il vino al supermercato
foto articolo newsageagro
Verona
Parte Vinitaly, 30mila buyer, 13mila vini e 4300 espositori: e il vino italiano sorpassa Francia e Usa

Seguici su Facebook