Agricoltura

foto articolo newsageagro

Coldiretti Piacenza, "Agricoltura con il segno +": le opportunità della multifunzione per le imprese


PIACENZA - Saranno la multifunzionalità e le opportunità che in questi anni hanno ridisegnato i tratti dell’agricoltura italiana il fulcro della tradizionale tavola rotonda organizzata da Coldiretti Piacenza, all’interno della Fiera dell’Angelo, in collaborazione con il comune di Borgonovo. Martedì 22 marzo 2016 alle 20.30, nella Rocca Municipale, si terrà la tavola rotonda dal titolo “Agricoltura con il segno +”.

L’incontro verrà aperto dall’intervento di Daniele Fornari, professore ordinario della facoltà di Economia dell’Università Cattolica di Piacenza che metterà a fuoco quelle che sono le nuove dimensioni di comportamento del consumatore riguardo alle nuove categorie di prodotto e tipologie di punto vendita soffermandosi in particolar modo sull’attuale processo di qualificazione dei consumi che sta caratterizzando le famiglie italiane. A seguire, la tavola rotonda moderata dalla direttrice di Telelibertà, Nicoletta Bracchi, vedrà quali relatori, Giovanni Cremonesi, direttore di Coldiretti Piacenza, Carlo Pontini, presidente Terranostra Emilia Romagna l’associazione di Coldiretti per l’agriturismo e l’ambiente, Elisabetta Azzalin dell’azienda agricola Molino Fuoco e Luciana Rossi, Coordinatore U.O. Psichiatria di Collegamento del Dipartimento di salute mentale e delle dipendenze patologiche dell’Ausl di Piacenza.

«Durante la tavola rotonda - afferma Marco Crotti, presidente di Coldiretti Piacenza - racconteremo come l’imprenditore agricolo, dal 2001 ad oggi si sia reso protagonista di un processo di modernizzazione del settore che ha consentito l’aperura e lo sviluppo nel panorama economico, commerciale, territoriale e sociale. Gli scenari sono cambiati, e con loro le sfide per l’imprenditore che deve sempre di più rispondere ad un mercato vasto e complesso con una visione strategica che consenta di pianificare lo sviluppo. Per questo abbiamo deciso di portare esempi concreti di aziende che hanno creduto ed esplorato la multifunzionalità in tutti i suoi aspetti: dalla produzione alla trasformazione e vendita sino ai casi di agricoltura sociale che hanno contestualmente consentito il riscatto, volto all’autonomia e all’autorealizzazione, dei soggetti più deboli».

«Sarà un’occasione di confronto, ed un momento importante - aggiunge poi Andrea Poggi, segretario di zona - per comprendere che le singole realtà aziendali possono divenire centri di attuazione e di promozione commerciale, sia per l’offerta di prodotti sia per il richiamo turistico e rafforzare la capacità attrattiva del profilo rurale ed enogastronomico che in Valtidone può contare su ottime potenzialità».


21 marzo 2016
Articoli correlati

Venezia, Pan: «Contro le agromafie, rendere sicura la circolazione di cibi sani»

VENEZIA - «In Italia un terzo della spesa quotidiana è costituita da...

Fruit&Veg System, il 6 maggio a Veronafiere workshop sul “Packaging che fa sistema”

VERONA - Fruit&Veg System, l’innovativo...

Bioenergy a Cremona, dagli scarti della lana si ricavano fertilizzanti ad alto valore aggiunto

CREMONA - Il progetto, europeo, si chiama Life+GreenWoolf,...

Cibus, Pianeta Nutrizione: il 12 maggio Miti e controversie dell'alimentazione, il glutine e i grassi

PARMA - L’edizione 2016 di...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Roma
La sostenibilità base della viticoltura del futuro, in febbraio a Roma la due giorni di VinNatur
foto articolo newsageagro
Firenze
Firenze, 22 e 23 dicembre: al Mercato Campagna amica torna la "fiorentina" a km zero
foto articolo newsageagro
Piacenza
Coldiretti: «Basta con il cibo anonimo, il consumatore deve essere consapevole»
foto articolo newsageagro
Milano
“Un tavolo Oltrepò”, il progetto tenuto a battesimo dall’assessore Rolfi e dal ministro Centinaio

Seguici su Facebook