Agricoltura

foto articolo newsageagro

Cremona Fiere, a Watec 2019 tre giorni sul futuro della gestione dell'acqua


CREMONA - Chi investe nell’acqua, investe nel futuro. Sarà, infatti, la disponibilità della risorsa idrica uno degli elementi più limitanti per l’economia mondiale nei prossimi anni e non c’è più tempo da perdere per decidere come intervenire. Un tema caro a Watec Italy 2019, il salone organizzato dalla israeliana Kenes Exhibition e CremonaFiere, che dal 23 al 26 ottobre riunirà a Cremona specialisti provenienti da tutto il mondo per parlare di gestione sostenibile dell’acqua.

 

23 OTTOBRE Il programma dei seminari inizierà il 23 ottobre con una sessione dedicata al riutilizzo in ambito agricolo delle acque reflue, organizzata in collaborazione con Padania Acque, durante la quale si analizzeranno gli aspetti normativi e tecnici legati al reimpiego di una risorsa preziosa, ma non sempre semplice da sfruttare. Il pomeriggio sarà invece dedicato all’asset management delle reti idriche, elemento chiave anche nel nostro Paese, dove la rete distributiva è sempre più vecchia e bisognosa di interventi strutturali non più procrastinabili.

 

24 OTTOBRE Al centro del dibattito ci sarà il tema dell’invarianza idraulica, per trovare le soluzioni migliori che consentano di gestire e riutilizzare in maniera virtuosa le acque meteoriche in modo sicuro e in linea con le esigenze ambientali e territoriali, sia in ambito urbano sia extraurbano. La sessione pomeridiana di Watec approfondirà invece ulteriormente gli aspetti legati al reimpiego delle acque reflue trattate, alla luce della direttiva europea, esplorando le possibilità oggi concretamente a disposizione degli operatori.
A chiusura della giornata si guarderà invece all’Africa e all’importanza dell’acqua non solo come elemento di sviluppo, ma anche di stabilità politica a livello locale e globale.

 

25 OTTOBRE Di irrigazione e di utilizzo dell’acqua in agricoltura si parlerà diffusamente nella mattinata del 25 ottobre, mettendo a confronto le esperienze condotte in Lombardia ed Emilia Romagna, due regioni che giocano un ruolo preminente nell’agroalimentare italiano e che negli anni hanno molto puntato sulla produzione di mais, pomodori e riso, colture che vedono nella disponibilità idrica una componente inderogabile.
A chiudere i dibattiti di Watec Italy sarà la sessione pomeridiana dedicata alla salvaguardia idraulica della Lombardia, con particolare riferimento ai progetti in atto e alle misure economiche messe a disposizione degli imprenditori e delle aziende pubbliche.
Saranno giornate intense e ricche di spunti, rese tali dalla partecipazione a Watec Italy di esperti di calibro internazionale e di operatori impegnati in prima persona nella gestione della risorsa idrica.


Per il programma definitivo collegarsi al sito www.watecitaly.com


30 agosto 2019
Articoli correlati

Pianeta Nutrizione, gli integratori multivitaminici prevengono le patologie croniche

“Pianeta Nutrizione & Integrazione”, in programma alle Fiere...

Apre a Parma "Pianeta nutrizione & integrazione", tanti convegni scientifici

Giovedì 16 maggio prende il via la quarta edizione di "Pianeta Nutrizione &...

Cavour, la carne piemontese, e la filiera bovina, in vetrina con due giorni di festa

La vetrina in un week-end, la rassegna tutto l'anno. Perché Carne Piemontese va oltre la...

Fino a domenica "Varese orchidee", rassegna internazionale della bellezza

Prima giornata e subito grande interesse da parte di visitatori ed esperti per "Varese...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Piacenza
Il Valtidone wine fest all'ultima tappa con le bollicine, presenze in crescita e diretta di Rete 4
foto articolo newsageagro
Bologna
Il ministro Bellanova punta sul biologico, FederBio: «Pronti a collaborare»
foto articolo newsageagro
Rimini
Sigep, le grandi sfide del dolciario con il top di gelateria, panetteria e pasticceria
foto articolo newsageagro
Milano
Il Bitto simbolo della montagna lombarda e dei suoi valori, vetrina con le Olimpiadi invernali

Seguici su Facebook