Agroalimentare

foto articolo newsageagro

Dazi sul riso asiatico, ok della Ue: la soddisfazione di Lombardia e Coldiretti


MILANO - «Apprendiamo la notizia dell'avvio da parte della Commissione Ue della procedura di approvazione dei dazi nei confronti del riso proveniente da Cambogia e Birmania. Ottimo. I 1.800 produttori lombardi attendono l'approvazione definitiva, che dovrebbe avvenire nel giro di una settimana». Lo fa sapere Fabio Rolfi, assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia. E sulla procedura  che farà scattare i dazi dalla prossima settimana interviene anche la Coldiretti: «Viene in particolare previsto un periodo di reintroduzione dei dazi solo sul riso indica lavorato per un periodo non superiore a tre anni, con un valore scalare dell’importo stesso da 175 euro a tonnellata nel 2019, 150 euro a tonnellata nel 2020 e 125 euro a tonnellata nel 2021; una proroga è possibile ove sia giustificata da particolari circostanze».
 

L'EUROPA RICONOSCE FINALMENTE DANNI SUBITI «L'importazione di riso asiatico tra il 2012 e il 2017  - aggiunge Rolfi - è aumentata esponenzialmente fino a incidere per più del 30 per cento sulle importazioni e la produzione Ue e i prezzi sono crollati del 40 per cento. L'Europa finalmente riconosce, con grave ritardo, i devastanti danni economici'.
 

LE PROSSIME SFIDE «Una volta approvati i dazi - conclude Rolfi - la vera sfida del futuro per il riso lombardo, che rappresenta oltre il 40 per cento della produzione nazionale, sarà quella relativa alla certificazione di qualità e alla promozione commerciale».

 

MOBILITAZIONE COLDIRETTI La procedura si concIl luderà i6 gennaio 2019 a seguito dell’adozione del regolamento, con procedura scritta, per l’entrata in vigore il giorno successivo la pubblicazione. «Si tratta del risultato della mobilitazione della Coldiretti nelle piazze italiane e nelle sedi istituzionali che ha portato Bruxelles a riconoscere il danno economico dovuto ai volumi di importazioni di riso che giustificano l’attivazione della clausola di salvaguardia e lo stop alle agevolazioni a dazio zero» ha affermato il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, nel sottolineare che «ora occorre lavorare per estendere anche al riso non lavorato». Il 16 febbraio 2018, l'Italia aveva presentato su sollecitazione della Coldiretti a Bruxelles, richiesta alla Ue per il ripristino dei dazi invocando la clausola di salvaguardia prevista dalle norme europee nel caso i regimi commerciali preferenziali Ue per i Paesi poveri creino difficoltà ai produttori europei.

 

IL RISO IN ITALIA «La crisi è drammatica in Italia e mette a rischio il primato nazionale in Europa dove l’Italia - rileva la Coldiretti - è il primo produttore di riso con 1,40 milioni di tonnellate su un territorio coltivato da circa 4mila aziende di 219.300 ettari, che copre circa il 50 % dell’intera produzione Ue con una gamma varietale del tutto unica». In Lombardia in particolare, con quasi 100 mila ettari coltivati e oltre 1.800 produttori, si concentra oltre il 40% del riso italiano.


10 gennaio 2019
Articoli correlati

Gli studenti inaugurano a Venezia la prima Bottega di Campagna amica

I giovani si rivolgono ai giovani, e domani 30 aprile tra i primi ospiti all'inaugurazione...

Bologna, la solidarietá di Campagna Amica raccoglie 7mila euro per la Sardegna e per la Pediatria

BOLOGNA - Il “Raccolto di Natale” di Coldiretti Emilia Romagna ha...

Coldiretti, a Cernobbio summit agroalimentare: soluzioni a crisi e lotta a contraffazione

COMO - Venerdì 17 dalle 10 e sabato 18 ottobre 2014 a Villa d’Este di...

Forum alimentazione, Coldiretti: la crisi alimenta agromafie e falsi cibi con danni alla salute

COMO - Il 61 per cento dei disoccupati è disposto ad accettare un...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Bologna
Bologna, Olive e olio: ripartono il 20 marzo le conferenze dell'Accademia nazionale di agricoltura
foto articolo newsageagro
Brescia
Fiera vita in campagna, Unicarve; cresce il consumo di carne, più tutela con il "Sigillo italiano"
foto articolo newsageagro
Bologna
Bologna, Slow Food premia i migliori oli extravergine a Fico il 16 e 17 marzo: l'elenco dei riconoscimenti
foto articolo newsageagro
Brescia
Fiera di vita in campagna, nel Salone di origine il rapporto terra-tavola con il cibo di tutta Italia

Seguici su Facebook