Agricoltura

foto articolo newsageagro

Emilia Romagna, il maltempo flagella le coltivazioni: le associazioni chiedono interventi rapidi


BOLOGNA - Emilia Romagna in ginocchio per il maltempo. Lo segnalano Coldiretti e Confagricoltura. Le due associazioni oltre all'elenco dei danni, complice anche il cambiamento climatico, chiedono un intervento delle istituzioni per aiutare gli agricoltori in difficoltà.

 

COLDIRETTI Esondazioni e allagamenti in tutta la regione per una primavera maledetta segnata da eventi estremi che hanno provocato milioni di euro di danni alle coltivazioni agricole per i violenti temporali con pioggia abbondante che a macchia di leopardo hanno colpito le campagne, dopo un inverno caldo e siccitoso. E' quanto emerge dal monitoraggio di Coldiretti Emilia Romagna in riferimento all'ultima ondata di maltempo straordinario che sta attraversando la regione, dopo un inverno in cui sono cadute in Italia 1/3 di precipitazioni in meno, secondo l'analisi della Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr.

La stagione è particolarmente delicata per l'agricoltura «con le semine, le verdure e gli ortaggi in campo e le piante che - sottolinea Coldiretti regionale - iniziano a dare i primi frutti. La grandine è l'evento più temuto dagli agricoltori in questo momento perché i chicchi si abbattono sulle verdure e sui frutteti e spogliano le piante compromettendo i raccolti successivi, dopo un anno di lavoro. Nelle zone interessate dal maltempo sono particolarmente concentrate le coltivazioni di frutta e sono state stese a protezione le reti antigrandine che tuttavia non ancora sufficientemente diffuse».

I cambiamenti climatici, che provocano eventi atmosferici eccezionali ormai diventati la norma, portano a una tendenza alla tropicalizzazione: precipitazioni brevi e intense e il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi che compromettono le coltivazioni nei campi con costi per oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne.

 

CONFAGRICOLTURA Il presidente di Confagricoltura Bologna, Guglielmo Garagnani, lancia un appello al mondo politico perché si faccia carico, in tempi rapidi, di una situazione divenuta insostenibile: «I recenti cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti e stanno avendo pesanti ripercussioni sulle produzioni agricole; oramai si susseguono ogni anno siccità, alluvioni, gelate, grandinate, ecc. La normativa vigente per accedere, in caso di calamità, ai contributi e agli sgravi fiscali previsti dal Fondo di Solidarietà Nazionale (D.lgs. n. 82/2008), non è più al passo coi tempi. Infatti, oltre ad una lunga e tortuosa serie di passaggi burocratici, attualmente viene richiesta una conditio sine qua non, ossia che la perdita dichiarata dall’azienda sia almeno pari al 30% della produzione lorda vendibile».

I margini di guadagno di un’azienda agricola si sono nettamente ridotti; raggiungono al massimo, quando va bene, il 10% della produzione lorda vendibile (cioè del fatturato). Ad esempio, 1 ettaro di grano produce un fatturato di 1.500/2.000 euro (al prezzo di 20 €/quintale e con una resa di 80 quintali a ettaro). Le piogge di questi giorni comporteranno una perdita stimata del 10-15% circa, e cioè 8/12 quintali di prodotto, a fronte di spese che restano costanti. Quindi un ammanco pari a 160-240 euro all’ettaro, che è addirittura di più del guadagno che oggi ci si può aspettare. Basta, quindi, uno dei tanti eventi calamitosi assai frequenti nel periodo, per togliere alle aziende quel modesto margine di guadagno che consente non solo di mantenere le proprie famiglie ma anche di continuare l’attività.

«Occorre rivedere quanto prima le modalità di intervento pubblico a sostegno del settore agricolo in caso di calamità, settore già fin troppo flagellato anche da problemi di altra natura», conclude Garagnani.

 

(colture devastate dal maltempo - foto Coldiretti)

 

 


13 maggio 2019
Articoli correlati

Piacenza, Consorzio di bonifica: situazione delle acque sempre monitorata

PIACENZA - Anche le campagne piacentine non sono state risparmiate dal gennaio piovoso,...

La Cia: Ravenna flagellata dalla grandine e i costi di produzione coperti solo dal 40% delle quotazioni

RAVENNA - Una fortissima grandinata ha interessato nel pomeriggio del 14 ottobre gran...

Emilia Romagna, dalla Regioni 5 milioni in più per i danni dal maltempo

BOLOGNA - Un finanziamento straordinario di 5 milioni di euro per interventi nei...

Lunedi attesa piena di 8 metri del Po a Piacenza: allerta nelle regioni attraversate dal grande fiume

PIACENZA - Lunedì 17 novembre il Po potrebbe toccare gli 8 metri a Piacenza....

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Brescia
Franciacorta in cantina, scoprire i vigneti e le cantine del celebre vino il 14 e 15 settembre
foto articolo newsageagro
Rimini
Coppa del mondo di gelateria, al Sigep saranno in gara 12 nazioni
foto articolo newsageagro
Bari
Summerwine 2019, le Donne del vino di Puglia fanno scoprire i vitigni autoctoni
foto articolo newsageagro
Forlì
Asparagus days in Francia, aperte le iscrizioni per la fiera del 29-30 ottobre

Seguici su Facebook