Agricoltura

foto articolo newsageagro

Friuli, partono i corsi di formazione: dal management all'allevamento al bio alla meccanizzazione


UDINE -  Sarà l'At Ce.F.A.P. Polo formativo sviluppo rurale FVG, a occuparsi delle attività formative previste dal Programma di sviluppo rurale 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia, alla sottomisura 1.1 Sostegno ad azioni di formazione professionale e acquisizione di competenze.
L'At si è aggiudicata il relativo bando.

 
VIA AI CORSI Secondo l'assessore regionale alle Risorse agricole e forestali, Cristiano Shaurli, «nei prossimi mesi partiranno i corsi di formazione promossi dal soggetto attuatore, che sono rivolti a beneficiari singoli e ad aziende le quali intendano ampliare le proprie competenze o acquisire nuovi strumenti per poter essere competitive nel mercato del futuro. Va inoltre ricordato - prosegue l'assessore - che per alcune misure del Psr, quali per esempio quelle inerenti l'agroalimentare e il biologico, è previsto l'obbligo della formazione costante».

 

LE FOCUS AREA L'elenco dei prototipi formativi che costituirà la struttura portante del programma è molto articolato. I corsi previsti risponderanno agli obiettivi comunitari della programmazione 2014-2020, le cosiddette focus area. Tra le quali, vi saranno il management dell'azienda agricola, strategie di marketing, imprenditorialità femminile, reti d'impresa per lo sviluppo delle filiere agroalimentari, innovazione dei processi di trasformazione delle carni e nel settore lattiero-caseario, social media ed e-commerce, allevamenti estensivi e benessere animale, conversione al biologico, tecniche e meccanizzazione dell'agricoltura conservativa.



FORMAZIONE «L'attività di formazione - prosegue - è stata fortemente voluta nel programma, e ringrazio l'assessorato alla Formazione professionale per avere colto la sfida assieme a noi; con questa graduatoria si dà concretezza a bandi che, oltre agli investimenti, prevedono il supporto formativo, in particolare per i giovani. La crescita continua delle competenze e l'innovazione - conclude l'assessore - sono soltanto una delle sfide e degli impegni prioritari; sono convinto che siano lo strumento che può far fare il vero salto di qualità alla nostra agricoltura».


17 maggio 2017
Articoli correlati

Cia, chiusi i corsi di "Lombardia eccellente", 1100 attestati ai professionisti dell'agricoltura

Novantatré corsi organizzati, 2152 ore di formazione effettuate (pari al 100% delle ore...

Parma, la scuola di cucina ALMA apre il corso per manager di sala e bar

PARMA - A partire da Gennaio 2015,...

Coldiretti Cremona, è boom di iscritti nelle scuole agrarie e crescono le ragazze

CREMONA - Fra il 2008 e il 2014 le...

Talenti del taleggio e talenti ALMA, concorso nazionale per gli istituti alberghieri

 (foto Consorzio tutela taleggio)PARMA - Ritorna, rinnovato...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Padova
Riciclo Comieco, a Golosaria il packaging vitivinicolo: valorizza il vino e il territorio
foto articolo newsageagro
Brescia
Le nuove frontiere della prevenzione in suinicoltura, una giornata di studi a Montichiari
foto articolo newsageagro
Verona
Verona, a Enovitis boom di espositori: 130 macchine e 340 vigneti dimostrativi
foto articolo newsageagro
Bergamo
La Casa di Alti Formaggi, l'8 giugno serata alla scoperta del pane con il maestro Vincenzo Mascio

Seguici su Facebook