Agroalimentare

foto articolo newsageagro

Golosaria, la mela rossa Igp di Cuneo crescono produzione e mercato: «Investiamo sul futuro»


MILANO - Il Cibo che Ci Cambia sarà il tema conduttore della quattordicesima edizione di Golosaria Milano, la rassegna di cultura e gusto ideata da Paolo Massobrio, che prenderà vita anche quest'anno al MICO – FieraMilanoCity dal 26 al 28 ottobre. E nessun Cibo ha cambiato la nostra storia forse più del frutto primordiale di biblica memoria a cui la manifestazione ha dedicato quest'anno un evento speciale Mela, il frutto universale (showcooking di sabato 26 ottobre ore18). Bella, buona e salutare sarà la Mela Rossa Cuneo IGP, reduce da uno strepitoso Macfrut, la fiera internazionale dell'ortofrutta di Rimini che l'ha eletta a proprio simbolo per l'edizione 2019, il centro di questo evento della grande kermesse del gusto milanese.

 

Le ragioni per scegliere questo frutto esemplare sono numerose e vanno dalla sostenibilità della sua coltivazione in aree collinari del cuneese, dove il micro-clima particolarmente adatto permette alle mele di crescere sane con ridottissimo o assente uso dei pesticidi, alla celebrata bellezza della buccia, di un bel rosso vivo e lucente, che le ha fatte apprezzare negli Emirati Arabi addirittura come centro tavola, all'abbondante presenza dei salubri antociani nella buccia.

 

Domenico Sacchetto, (nella foto con Paolo Massobrio a Golosaria Milano 2018) presidente di Assortofrutta e del Consorzio di Tutela della Mela Rossa Cuneo Igp, ospite per la seconda volta a Golosaria Milano, ha dichiarato che «sono oltre 200 i produttori di Mela Rossa Cuneo Igp per una raccolta totale che quest'anno ha raggiunto 1 milione e 800 quintali di frutti. Il 2019 è stata quindi una buona annata per queste mele, che meritano di essere conosciute meglio anche in Italia. Ma non è tutto: il territorio saluzzese crede in questo prodotto tanto che negli ultimi due-tre anni sono stati impiantati 1000 nuovi ettari di Mela Rossa Cuneo Igp e quando, tra due anni, la produzione dei nuovi impianti sarà a regime, prevediamo di arrivare a 2 milioni e mezzo di quintali. Una produzione che, articolata su 4 varietà di mele diverse (Gala, Red Delicious, Fuji e Braeburn), sarà capace di renderci protagonisti sul mercato con frutti disponibili praticamente tutto l'anno e vorremmo fosse la bandiera di un territorio vocato in generale alla produzione di frutta».

 

Nel Saluzzese ci sono circa 600 ettari di terreno dedicati ai piccoli frutti, 750 alle susine e 100 alle ciliegie e che nel totale del territorio dedicato alla frutta almeno 1000 ettari sono di coltivazioni biologiche. «Visto che stiamo investendo sul futuro - conclude Sacchetto - abbiamo deciso di distribuire le nostre mele quest'anno ai bambini di Golosaria: iniziamo così a farci apprezzare dai consumatori del futuro».

 

(sotto, da sinistra Massobrio e Sacchetto)


23 ottobre 2019
Articoli correlati

Vino, marchio Franciacorta collabora con Furla

Il Franciacorta conferma il proprio rapporto con il mondo della moda e dell'arte...

Piemonte, Florovivaismo in netto calo a causa del caro gasolio

La crisi non risparmia il settore del florovivaismo, che in Italia copre il 6% della...

Zootecnia: ora si munge anche con una telecamera in 3-D; il digitale entra nelle stalle

Ora si munge anche utilizzando una camera in 3-D. Tecnologicamente unica per la ricerca...

Per TuttoFood aiuti alle imprese dalle camere di commercio: stand e contatti con estero

Benefit vari, per un valore complessivo di 5000 euro, che vanno dalla formazione...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Ferrara
Verso Futurpera, 28-30 novembre: al centro dei convegni i problemi fitosanitari
foto articolo newsageagro
Parma
Parma, torna l'asta delle bovine del comprensorio del Parmigiano
foto articolo newsageagro
Piacenza
Cantina Valtidone in festa per due giorni, il vino novello sposa Cioccolandia
foto articolo newsageagro
Piacenza
Castel San Giovanni, pochi giorni al via della 16esima edizione di Cioccolandia

Seguici su Facebook