Agriturismi

foto articolo newsageagro

Il Fai dà vita a “Frutti Antichi”: la rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati


PONTENURE (PIACENZA) - Sabato 12 e domenica 13 maggio 2018, dalle ore 9 alle 19, si rinnova al Castello di Paderna a Pontenure (Piacenza) l’appuntamento con l’edizione di primavera di “Frutti Antichi”, rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato, promossa dal FAI - Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato Fai di Piacenza.

 

BIODIVERSITA’ - Protagonista della nuova edizione di “Frutti Antichi”, la quarta nella sua versione primaverile, è la biodiversità: i visitatori potranno scoprire rare specie floreali e arboree, antichi semi, colture ormai poco diffuse e conosciute, recuperate da agricoltori appassionati che lavorano per preservare e valorizzare la ricchezza dell’ecosistema. La manifestazione, tra le più amate rassegne di florovivaismo in Italia, vedrà per due giorni, tra i giardini e gli spazi del Castello di Paderna, circa 130 espositori selezionati. Nel prato antistante il maniero sarà presente la zona mercato dove si troveranno primizie dell’orto, prodotti a km zero e produzioni alimentari tipiche del territorio. Gli agricoltori saranno a disposizione per trasmettere la propria esperienza e condividere i segreti dell’orto e delle coltivazioni. Ampio spazio sarà riservato, inoltre, all’arredo da giardino, all’antiquariato e all’artigianato, espresso sia nelle forme della tradizione rurale sia in creazioni artistiche di particolare raffinatezza.

 

SPAZIO ANCHE AD API, FARFALLE E FORMICHE - Il programma, ricco di eventi, tra cui conferenze, presentazioni di libri e laboratori, mette a confronto operatori del settore, studiosi e rappresentanti delle istituzioni provenienti da tutta Italia, all’insegna della valorizzazione dell’ambiente, della promozione di uno stile di vita più vicino alla natura e della salvaguardia del patrimonio genetico delle specie naturali che rischiano l’estinzione. Api, farfalle e formiche saranno oggetto di conversazioni e progetti a cura delle Università di Piacenza e di Parma e di alcuni dei laboratori per i bambini, che si focalizzeranno sull’importanza degli insetti e sul ruolo che hanno nel contribuire al ciclo evolutivo dell’ecosistema. Ingresso a contributo minimo di 7 euro; 5 euro per gli iscritti Fai e per i possessori della Card del Ducato.  Ingresso gratuito per i bambini fino ai 12 anni e per chi si iscrive al FAI in occasione della manifestazione. I contributi raccolti in occasione dell’evento saranno destinati alla valorizzazione e al recupero dell’Orto delle Monache sul Colle dell’Infinito a Recanati (Mc).


07 febbraio 2018
Articoli correlati

Ambiente inquinato, Coldiretti prodotti a Km zero

 Un italiano su cinque (20 per cento) dichiara di avere problemi respiratori...

Veneto, fondi a province per smaltimento rifiuti

La giunta veneta ha approvato un provvedimento con il quale sono stati assegnati alle...

Lombardia, a Milano otto domeniche a piedi

Milano andra' a piedi per otto domeniche in questo 2013. Palazzo Marino ha, infatti,...

Lombardia, Coldiretti è allarme rifiuti nei campi

Assedio dei rifiuti ai campi di Milano. Si trova di tutto: bottiglie, lattine, sacchi...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Bologna
Allevamenti, su castrazione e taglio della coda il dibattito rimane vivo
foto articolo newsageagro
Roma
Assemblea Cia, le richieste alla politica: «Innovare e semplificare per l'agricoltura del futuro»
foto articolo newsageagro
Treviso
Verso Gourmandia 2018: dibattiti, degustazioni e cibo nel nome della ricerca
foto articolo newsageagro
Brescia
Brescia, convegno e degustazione: riscoprire la carne rossa (abbinata al buon vino) e il ruolo del macellaio

Seguici su Facebook