Agricoltura

foto articolo newsageagro

Incidente sulla A1 causato dai cinghiali, Centinaio: «Subito un piano per la gestione della fauna selvatica»


ROMA - «Un piano per la gestione della questione cinghiali, e più in generale degli animali carnivori, è necessario e non più rinviabile. Va bene tutelare la fauna, ma devono esserci delle limitazioni perché dobbiamo garantire la sicurezza delle persone, nelle campagne e nei centri abitati, oltre ovviamente ai campi e ai raccolti, frutto del lavoro di chi vive ogni giorno di questo. Non possiamo più permettere che si verifichino incidenti come quello avvenuto sull’A1. Continuerò a portare avanti il lavoro già avviato con i colleghi dei ministeri competenti, nonché con le Regioni, per gestire al più presto e nel migliore dei modi una questione che va risolta il prima possibile». E' il commento di Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, sull’incidente stradale avvenuto sull'autostrada A1, tra Lodi e Casalpusterlengo, causato da un gruppo di cinghiali che ha attraversato la carreggiata. E sulla necessità del contenimento della fauna selvatica è subito intervenuta la Coldiretti.

 

L'INCIDENTE E' di un 28enne morto e dieci feriti, di cui due gravi, il bilancio di un incidente avvenuto alle 4 di giovedì 3 gennaio, sull'Autosole fra Lodi e Casalpusterlengo, e provocato da un branco di cinghiali che avrebbe attraversato la carreggiata. Tre le auto coinvolte auto, che viaggiavano in direzione sud: la prima ha investito due cinghiali fermandosi; la seconda ha investito le carcasse degli animali e poi ha urtato il veicolo fermo. Il conducente è sceso, ma è stato travolto da una terza vettura, che poi si è scontrata con le due auto ferme. Il conducente della terza auto è morto sul colpo, la fidanzata di 27 anni è gravissima all'ospedale di Lodi; mentre a Parma è stato portato l'uomo travolto.

 

COLDIRETTI Sono circa 400 gli incidenti stradali provocati dai cinghiali in Lombardia dal 2013 a oggi. Lo stima la Coldiretti, su dati regionali, dopo l’incidente tra Lodi e Casalpusterlengo. «Con oltre un milione di esemplari diffusi in Italia - commenta la Coldiretti regionale - la presenza dei cinghiali nei centri abitati e sulle strade è ormai un rischio concreto per la sicurezza dei cittadini. Negli ultimi dieci anni, il numero dei cinghiali presenti sul territorio nazionale è praticamente raddoppiato».

La sicurezza nelle aree rurali ed urbane - continua la Coldiretti regionale - è in pericolo per il loro proliferare con l’invasione di campi coltivati, città e strade dove rappresentano un grave pericolo per le cose e le persone. «Gli animali selvatici distruggono i raccolti agricoli, sterminano gli animali allevati, causano incidenti. Non è quindi più solo una questione di risarcimenti danni ma è diventato - conclude la Coldiretti - un fatto di sicurezza delle persone che va affrontato con la dovuta decisione».

 


 


03 gennaio 2019
Articoli correlati

UNIONE EUROPEA, LA COMMISSIONE DA' IL VIA LIBERA ALLA NUOVA POLITICA AGRICOLA COMUNITARIA

La Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo ha votato l'insieme...

Veneto, tiene il pil dell'agricoltura regionale

Gli esperti di Veneto Agricoltura hanno presentato oggi in Corte Benedettina a Legnaro...

Expo 2015, si punta a 24 milioni di ingressi

'Confermato l'obiettivo di 24milioni di ingressi', per l'amministratore delegato...

Vino, marchio Franciacorta collabora con Furla

Il Franciacorta conferma il proprio rapporto con il mondo della moda e dell'arte...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Bologna
Bologna, Olive e olio: ripartono il 20 marzo le conferenze dell'Accademia nazionale di agricoltura
foto articolo newsageagro
Brescia
Fiera vita in campagna, Unicarve; cresce il consumo di carne, più tutela con il "Sigillo italiano"
foto articolo newsageagro
Bologna
Bologna, Slow Food premia i migliori oli extravergine a Fico il 16 e 17 marzo: l'elenco dei riconoscimenti
foto articolo newsageagro
Brescia
Fiera di vita in campagna, nel Salone di origine il rapporto terra-tavola con il cibo di tutta Italia

Seguici su Facebook