Agroalimentare

foto articolo newsageagro

Liberalizzazione Ue degli insetti, Ciocca (Lega): «Si è perso il lume della ragione»


ROMA - «Con il nuovo Regolamento Europeo del cosiddetto “Novel Food” che entrerà in vigore dal primo gennaio 2018, si apriranno le porte agli insetti destinati all’alimentazione umana. Potremo quindi trovarci nel piatto cavallette e scorpioni». Lo denuncia l’europarlamentare della Lega Nord, Angelo Ciocca

«La cucina italiana - commenta Ciocca - possiede molti primati, tra cui uno veramente illustre: tra DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta), vantiamo infatti il più elevato numero di cibi certificati al mondo. Il mercato agroalimentare italiano e la cultura enogastronomica della nostra Penisola stanno già subendo gravi perdite a causa di accordi di libero scambio privi di reali tutele per la qualità».

«Ora - conclude Ciocca - si è perso il lume della ragione mettendo a repentaglio l’eccellenza dei nostri prodotti che rischiano di venire colonizzati da cibi che non fanno parte né della nostra tradizione né della nostra identità».


13 novembre 2017
Articoli correlati

Confagricoltura: da Ue procedura di infrazione per i semafori sul cibo in Gran Bretagna

CREMONA - «Confagricoltura condivide pienamente la decisione della...

Crisi Grana e ritiro forme, Fava al ministro: assurdo non poter usare fondi Psr

Fava: «La UE vuole togliere 448 milioni alla Pac, il governo italiano eviti questa rapina»

Lombardia, Fava: si devono aggregare le imprese per avere vantaggi nei finanziamenti della UE

MANTOVA - «Un anno...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Piacenza
Ricerca in agricoltura: innovare senza dimenticare la tradizione
foto articolo newsageagro
Padova
Pac, Big Data e innovazione: il confronto al Ceettar in attesa dell’assemblea del Cai
foto articolo newsageagro
Verona
Il vino dei Grandi Marchi riscuote l’interesse russo
foto articolo newsageagro
Ravenna
Nuove varietà di pesco e albicocco, accordo tra produttori ortofrutticoli e vivaisti

Seguici su Facebook