Agricoltura

foto articolo newsageagro

Lombardia, piano d'azione per sviluppare il nocciolo: Italia secondo produttore mondiale


MILANO - «La Regione Lombardia intende promuovere lo sviluppo della corilicultura come opportunità di reddito per i giovani agricoltori». Lo ha detto l'assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia, Fabio Rolfi, presentando il piano regionale di lavoro per l'incremento delle superfici coltivate a nocciolo e lo sviluppo della filiera anche in un'ottica di distretto produttivo.

«È un mercato dal potenziale enorme - ha proseguito l'assessore - una coltivazione redditizia, sostenibile e non costosa. Le grandi aziende di lavorazione della nocciola guardano alla materia prima italiana come opportunità soprattutto per la sicurezza alimentare. La Lombardia vuole sfruttare questa occasione per dare alle aziende dolciarie nocciole lombarde e non quelle importate dalla Turchia che hanno elevati livelli di aflatossine».


ITALIA PRIMO PRODUTTORE EUROPEO L'Italia con circa 70/80 mila ettari dislocati tra Piemonte, Lazio, Campania e Sicilia, e con produzioni oscillanti tra 100mila e 130mila tonnellate all'anno, è il primo produttore di nocciole europeo e secondo al mondo dopo la Turchia. I flussi commerciali nel recente periodo evidenziano una richiesta crescente di nocciole da parte dell'industria dolciaria.

 

BRESCIA E PAVIA LE AREE PIU' PRODUTTIVE In Lombardia sono censiti circa 130 ettari di nocciolo. Brescia e Pavia sono le province con maggiore superficie. Questa offerta interna è insufficiente e di conseguenza c'è un incremento delle importazioni dall'estero, in particolare dalla Turchia.


IL PIANO DI LAVORO PREVEDE:

- Attività di ricerca e di sperimentazione al fine di applicare tecniche innovative

- Attività di divulgazione e disseminazione per stimolare l'ampliamento della platea di potenziali interessati

- Assistenza tecnica ed accompagnamento alle aziende

- Individuazione delle misure finanziarie di sostegno adeguate sia nell'attuale che nella prossima programmazione comunitaria

- Promozione di accordi di filiera con il settore della trasformazione


15 aprile 2019
Articoli correlati

Creta guarda al Veneto per migliorare la propria agricoltura

 L'isola di Creta guarda all'agricoltura del Veneto per...

Spilamberto, il Palio dell'aceto balsamico premia i suoi campioni

Domenica 23 giugno nell'antica Rocca di Spilamberto (Mo) si tiene il tradizionale Palio di...

Apicoltura Casentinese, una storica azienda va in aiuto di chi è svantaggiato

Dalla Toscana, una notizia che coniuga agricoltura e solidarietà. Apicoltura Casentinese...

Rivista dell'Osservatorio Agri&Food di CremonaFiere: Pac, falsi prosciutti e biometano

CREMONA - E' uscito l'ultimo numero dell'Osservatorio...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Piacenza
Piacenza, i Georgofili alla Cattolica per conoscere le produzioni lattiero-casearie
foto articolo newsageagro
Cremona
Giornata suinicoltura, resistenza agli antibiotici per garantire anche il reddito
foto articolo newsageagro
Bologna
Convegno sulla Romagnola: «E' carne al top, ma va comunicata e promossa meglio»
foto articolo newsageagro
Piacenza
Piacenza, arriva Gola Gola Festival: dal sale alla Malvisia passando per pasta e salumi

Seguici su Facebook