Agroalimentare

foto articolo newsageagro

Osservatorio nutrizionale Grana Padano: «Durante le feste ridurre il consumo di zuccheri»


BRESCIA - Si avvicinano le feste di Natale e il consumo di alimenti aumenta di circa il 30%: e più dolci vuol dire più zuccheri. Il panettone tradizionale contiene 32 grammi di zucchero per ogni 100g; il pandoro classico 28 grammi di zucchero ogni 100 grammi; il cioccolato al latte 52 grammi di zucchero ogni 100 g. Per di più gli italiani consumano, nel corso dell’anno, più zuccheri semplici rispetto a quanto raccomandato dalle autorità sanitarie.

 

CONSUMI ALTI Lo rivela uno studio dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano che ha valutato le abitudini alimentari di 5.400 adulti italiani (58% femmine, 42% maschi) e, in particolare, il consumo di dolciumi. Dallo studio emerge che l’energia introdotta quotidianamente derivata da zuccheri semplici (tra quelli naturalmente presenti negli alimenti e quelli aggiunti in preparazioni e bevande) corrisponde a circa il 20% mentre i LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana) raccomandano una quota inferiore al 15%. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’energia derivata dagli zuccheri aggiunti non dovrebbe superare il 10% dell’energia quotidiana, auspicando un’ulteriore riduzione al 5%.

 

I DOLCI PREFERITI Questi i dolci preferiti dagli italiani, secondo il campione dell’Osservatorio: il 77% degli intervistati consuma frequentemente tiramisù, budini, torte farcite con crema, panna e cioccolato; il 57% consuma regolarmente merendine, brioches e croissant. Il gelato è il dolce preferito (solo il 13% del campione non lo consuma), mentre il cioccolato è per frequenza il dolce più consumato: il 7% degli intervistati tutti i giorni, il 16% da 2 a 4 volte a settimana; il 15%, invece, lo consuma una volta sola a settimana.

 

LEGGERE LE ETICHETTE «Gli esperti dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano - si legge in una nota - raccomandano di leggere attentamente i valori nutrizionali specificati nelle etichette dei prodotti alimentari, nelle quali sono indicati sia i carboidrati (intesi come zuccheri contenuti naturalmente negli alimenti), sia gli zuccheri (intesi come zuccheri liberi, cioè aggiunti al preparato). Su questi ultimi va posta maggiore attenzione perché è soprattutto il loro consumo che deve essere moderato».


04 dicembre 2018
Articoli correlati

Veneto, Zaia:"Da oggi inizia tutela per il gelato europeo che è tutto nostro"

 ''Inizia oggi un vero percorso di tutela del vero gelato artigianale in Europa,...

Alimenti, produzione di soia e di mais in aumento rispetto a gennaio

Produzione di mais e soia in aumento a livello mondiale. Lo scrive il sito

Lombardia, Coldiretti: in aumento vendita in farmers market; al primo posto formaggi e uova

Aumentano gli acquisti di latte, formaggi e uova (+6,7%), frutta e ortaggi (3,9%), di...

Alimenti diminuisce la fiducia dei produttori nei confronti del mercato

Peggiora la fiducia dell'industria alimentare italiana nell'ultimo trimestre 2012....

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Brescia
Franciacorta in cantina, scoprire i vigneti e le cantine del celebre vino il 14 e 15 settembre
foto articolo newsageagro
Rimini
Coppa del mondo di gelateria, al Sigep saranno in gara 12 nazioni
foto articolo newsageagro
Bari
Summerwine 2019, le Donne del vino di Puglia fanno scoprire i vitigni autoctoni
foto articolo newsageagro
Forlì
Asparagus days in Francia, aperte le iscrizioni per la fiera del 29-30 ottobre

Seguici su Facebook