Zootecnia

foto articolo newsageagro

Parma, il 10 marzo asta delle bovine del comprensorio Parmigiano Reggiano


PARMA - La Stalla ex Centro tori del Consorzio agrario di Parma è pronta ad ospitare la seconda edizione dell’Asta delle bovine da latte nate e allevate nel Comprensorio del Parmigiano Reggiano che si terrà sabato 10 marzo a partire dalle 10. L’appuntamento, rimandato a causa del maltempo, è organizzato dall’Associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna in collaborazione con il Consorzio Agrario di Parma. Circa una quarantina gli animali che parteciperanno all’Asta, in parte di razza Frisona e in parte di razza Bruna. Si tratta di bovine figlie di riproduttori inseriti nel circuito della fecondazione artificiale nazionale e alimentate esclusivamente con mangimi ogm free.

 

Il bestiame precedentemente selezionato dai tecnici Araer arriverà alla Stalla ex Centro tori venerdì 9 marzo e sarà sottoposto a tutti i controlli necessari per verificare il rispetto dei requisiti stabiliti per partecipare all’Asta. Per le bovine in lattazione è inoltre prevista l’analisi del latte che non dovrà superare la soglia di 300mila cellule somatiche.

 

«Il sistema allevatori è al centro di un progetto evolutivo - afferma il presidente Araer, Maurizio Garlappi - finalizzato al miglioramento della sostenibilità e della competitività del comparto zootecnico. Un progetto che Araer sta portando avanti da tempo attraverso il miglioramento genetico e la grande attenzione ai controlli funzionali effettuati dai tecnici dell’Associazione. Aspetti che sono parte integrante di uno scenario in cui la sanità, il benessere animale, la sicurezza alimentare, la zootecnia di precisione, la tracciabilità delle produzioni, la formazione degli allevatori e la gestione economica dell’azienda rappresentano la scommessa per il futuro. L’Asta delle bovine nate e allevate nel Comprensorio del Parmigiano Reggiano si inserisce a pieno titolo in questo elenco, arricchendolo di un ulteriore elemento di confronto e miglioramento professionale  degli allevatori».

 

«Lo slittamento di una settimana dell’Asta prevista inizialmente per il 3 marzo - gli fa eco Giorgio Grenzi, presidente del Consorzio agrario di Parma - deve essere considerato di buon auspicio. La siccità che nell’inverno e soprattutto nell’estate del 2017 ha provocato così tanti danni al comparto agricolo, fortunatamente quest’anno sembra proprio che non si ripeterà perché le abbondanti piogge e le copiose nevicate che hanno caratterizzato l’inverno ormai agli sgoccioli hanno favorito il riempimento dei bacini idrici così importanti per la nostra agricoltura e per le nostre aziende zootecniche. Mai come in queste settimane l’antico adagio sotto la neve il pane si conferma come una verità sempre attuale».

 

Gli organizzatori, che hanno già tastato il polso degli allevatori, ne prevedono una massiccia partecipazione non solo di quelli provenienti dalla provincia di Parma, ma anche dai territori limitrofi inseriti all’interno del Comprensorio del Parmigiano Reggiano, vale a dire le province di Reggio Emilia, Modena, e parte di quelle di Bologna e Mantova.


07 marzo 2018
Articoli correlati

Pianeta Nutrizione, gli integratori multivitaminici prevengono le patologie croniche

“Pianeta Nutrizione & Integrazione”, in programma alle Fiere...

Apre a Parma "Pianeta nutrizione & integrazione", tanti convegni scientifici

Giovedì 16 maggio prende il via la quarta edizione di "Pianeta Nutrizione &...

Cavour, la carne piemontese, e la filiera bovina, in vetrina con due giorni di festa

La vetrina in un week-end, la rassegna tutto l'anno. Perché Carne Piemontese va oltre la...

Fino a domenica "Varese orchidee", rassegna internazionale della bellezza

Prima giornata e subito grande interesse da parte di visitatori ed esperti per "Varese...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Piacenza
Crescono gli spazi e i vignaioli al mercato "Fivi" di Piacenza
foto articolo newsageagro
Torino
«Su tutto il territorio nazionale una filiera certificata della carne selvatica»
foto articolo newsageagro
Torino
Slow Food: «L’etichetta deve raccontare il prezzo delle materie prime»
foto articolo newsageagro
Cremona
Medicine per animali, in Italia vendite calate del 30% in 6 anni

Seguici su Facebook