Agricoltura

foto articolo newsageagro

Riso dal Vietnam, no della Cia e Confagricoltura: «Più controlli su quella dalla Birmania»


MILANO - Cia Lombardia dice no all'accordo tra la Ue e il Vietnam, che consentirà l'ingresso in Italia di 80mila tonellate di riso a dazio zero. E si schiera con l'assessore regionale all'Agricoltura, Fabio Rolfi, che ha tuonato contro questo accordo. Intanto, Confagricoltura Lombardia chiede più controlli sul riso importato da Birmania e Myanmar.

LA CIA «Un passo indietro sulla sicurezza alimentare, sui diritti dei lavoratori e sulla qualità del cibo» afferma Cia. Rolfi ha affermato che questo accordo «per l’agricoltura lombarda è una follia che rischia di mettere in seria difficoltà i risicoltori della Regione. Dichiarazione con cui Cia Lombardia concorda spiegando che l'Unione europea attraverso l’intesa di libero scambio con il Vietnam consentirà l'ingresso a dazio zero di 80mila tonnellate di riso lavorato, semilavorato e aromatico che è coltivato con sostanze vietate in Italia e inoltre, secondo quanto denuncia il dipartimento del lavoro statunitense, è ottenuto con il lavoro minorile».
 
Gli agricoltori di Cia ricordano che «peraltro, come osservato dall’Assessore Rolfi, la politica dell’Ue su questo tema appare ambigua e contraddittoria, se si considera che a gennaio sono stati reintrodotti i dazi sulle importazioni di riso da Cambogia e Birmania, anche sulla base di report che denunciavano la violazione dei diritti umani, e ora apre, ignorando situazioni analoghe, si apre a quello vietnamita». Cia conclude: Secondo uno studio del Centro comune di ricerca Ue, se dovesse essere firmato, l’Europa rurale subirebbe perdite superiori a 7 miliardi di euro».

 

CONFAGRICOLTURA La clasuola di salvaguardia sulle importazioni di riso di tipo “Indica” derivante dai paesi del dal Sud Est Asiatico, introdotta sei mesi fa, non sta aiutando le economie nazionali dell’Europa risicola che ora subiscono l’ondata a dazio zero della cosidetta tipologia “Japonica”: un vero escamotage per raggirare la clausola stessa. «Questo tipo di riso rappresenta il 75% della produzione totale a livello europeo - ha affermato Antonio Garbelli, presidente della Federazione regionale risicola - e come dimostrano i dati della Commissione europea dall’inizio della campagna, fino al 31 marzo 2019, l’Unione europea ha importato dal Myanmar 22.755 tonnellate di riso lavorato Japonica, il 54% delle quali rappresentate da riso Lungo A, mentre nel solo mese di aprile le importazioni hanno riguardato ben 11.261 tonnellate: ciò significa un aumento delle importazioni del 149% in pochi mesi e ciò è davvero inostenibile».

 

Serve quindi un cambio di rotta immediato da parte della Commissione europea, l’unico organismo che può difendere la sopravvivenza dei nostri produttori di riso: «Chiediamo un rapido intervento a Bruxelles per controllare frontiere e porti - ha concluso Garbelli - senza aspettare gli oltre 24 mesi di stallo che sono trascorsi prima di ottenere la clausola di salvaguardia per il riso di tipo Indica e verificando con attenzione che non siano messe in pratica possibili triangolazioni».

Secondo il presidente della Sezione economica riso di Pavia, Fulco Gallarati Scotti, la questione centrale è capire se «l’Europa voglia o meno mettere al centro della tutela agroalimentare anche la risicoltura. Se non ci viene dimostrata una volontà di affermare la dignità di questa coltura, partiremo sempre sconfitti in quanto non è possibile contenere le importazioni dall’estero».

 

 


27 giugno 2019
Articoli correlati

Creta guarda al Veneto per migliorare la propria agricoltura

 L'isola di Creta guarda all'agricoltura del Veneto per...

Spilamberto, il Palio dell'aceto balsamico premia i suoi campioni

Domenica 23 giugno nell'antica Rocca di Spilamberto (Mo) si tiene il tradizionale Palio di...

Apicoltura Casentinese, una storica azienda va in aiuto di chi è svantaggiato

Dalla Toscana, una notizia che coniuga agricoltura e solidarietà. Apicoltura Casentinese...

Rivista dell'Osservatorio Agri&Food di CremonaFiere: Pac, falsi prosciutti e biometano

CREMONA - E' uscito l'ultimo numero dell'Osservatorio...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Cremona
Qualità del latte e accesso alla nuova Pac, convegno della Cia alle Fiere di Cremona
foto articolo newsageagro
Cremona
Fiere di Cremona nel nome di sostenibilità, innovazione e difesa del Made in Italy
foto articolo newsageagro
Bologna
All'insegna dei conigli più belli, Piacenza ospita la Mostra Cunicola Interregionale
foto articolo newsageagro
Bari
Parte Agrilevante, meccanizzazione e zootecnia nella fiera strategica del Mediterraneo

Seguici su Facebook