foto articolo newsageagro

Vino, la filiera vitivinicola chiede un incontro con Centinaio per sbloccare il Testo Unico


ROMA – Le organizzazioni che rappresentano la filiera vitivinicola italiana rinnovano le congratulazioni rivolte a Gian Marco Centinaio per l’incarico ricevuto dal nuovo Governo e, attraverso una lettera firmata da tutti i presidenti delle organizzazioni (Confagricoltura, CIA, ACI agroalimentare, Unione Italiana Vini, Federvini, Federdoc, Assoenologi), chiedono con urgenza al neo-Ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali un incontro per condividere le sfide e discutere delle impellenze che il mondo del vino italiano si troverà ad affrontare nei prossimi mesi. Un’occasione per confrontarsi e portare sul tavolo istituzionale le priorità d’azione che la filiera del vino ritiene necessarie e a questo punto irrevocabili. Un incontro che negli auspici delle organizzazioni dovrà dare il via ad un dialogo costante e proficuo con il nuovo governo.

 

LE PRIORITA’ - Le urgenze maggiormente sentite e non più prorogabili per il mondo del vino italiano riguardano principalmente i decreti di attuazione del Testo Unico, provvedimenti necessari per implementare le semplificazioni e innovazioni introdotte dalla legge quadro entrata in vigore nel 2017. La filiera, in particolare, chiede che quest’armonizzazione legislativa sia messa all’ordine del giorno dei lavori del Ministero, soprattutto per via degli effetti che questo insieme di provvedimenti può avere in materia di controlli e certificazione delle DOP/IGP, di anticontraffazione e di schedario viticolo. Un altro aspetto cruciale e prioritario per le organizzazioni riguarda la nomina da parte del Ministro del nuovo Comitato Nazionale dei Vini DOP/IGP. Questo organo è infatti indispensabile sia per approvare le modifiche dei disciplinari delle denominazioni e delle indicazioni geografiche sia per riconoscerne di nuove. Atti, questi, spesso decisivi per modulare la produzione nazionale in funzione delle richieste di un mercato in continua evoluzione che richiede un sempre più rapido adeguamento delle leggi e delle discipline per continuare ad essere competitivi a livello internazionale.

 

 

 

 

 


10 luglio 2018
Articoli correlati

Bit, Comune di Milano in mostra con due app firmate Expo 2015

Anche quest'anno la Borsa Internazionale del Turismo vede tra suoi protagonisti Milano. Il...

Lombardia/Ticino, si parla di castelli antichi nell'Insubria

La particolare conformazione delle valli alpine e le vicende politiche della regione...

Veneto, la provincia di Venezia ha presentato la guida artistica di Livenza

La Provincia di Venezia in collaborazione con l'APT azienda di promozione...

Turismo: 60 tour operator a Milano per 'capire' Expo2015

Sono oltre 60 i Top Tour Operator internazionali e nazionali che hanno partecipato oggi al...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Piacenza
Piacenza 24-25 novembre i vignaioli Fivi: nuove regole per i consorzi e controlli indipendenti
foto articolo newsageagro
Cuneo
Piemonte, allevatori da latte: quattro incontri su strutture, mastiti, cellule somatiche e farmaci
foto articolo newsageagro
Firenze
Gli agricoltori toscani: «Sia autorizzata la legittima difesa contro lupi e cinghiali»
foto articolo newsageagro
Forlì
A Forlimpopoli si consegna il Premio Artusi 2018 a José Graziano da Silva (Fao)

Seguici su Facebook