Enogastronomia

foto articolo newsageagro

Vintaly, seminario e degustazione dei vini Eisacktalwein: i campioni della Val Isarco


VERONA - EISACKTALWEIN protagonista a Vinitaly con un seminario. L'appuntamento è per lunedì 10 aprile, dalle 14 alle 16, presso il Palaexpo - Wine2digital – ingresso A2 (1º piano). L'unione di imprese che raccoglie diciotto produttori di vino della Valle Isarco insieme a varie strutture di accoglienza, ristorazione e promozione farà degustare 12 vini di altrettante cantine, nel seminario condotto da Ian D’Agata, direttore scientifico di Vinitaly International Academy e consulente scientifico a Vinitaly International, insieme ad alcuni vignaioli.

 

Saranno in degustazione dodici vini di dodici diversi produttori, capaci di raccontare l’annata 2016; nove di essi saranno campioni di vasca. L’ultima stagione in Val Isarco ha molto da dire: è iniziata con un grave rischio, ma anche con un colpo di fortuna, è continuata in condizioni meteo spesso estreme e col conseguente intenso lavoro in vigna, e infine si è conclusa con una vendemmia davvero buona.

 

PERICOLI EVITATI Il momento di grave rischio si è registrato nella notte fra il 26 e il 27 aprile 2016, quando la temperatura nella vallata ha subito una brusca caduta verticale puntando a scendere sotto lo zero; quando la “fortuna” ha voluto che il cielo si coprisse di nubi. Giusto in tempo per evitare una gelata che avrebbe senza dubbio compromesso la stagione vitivinicola, come è accaduto in altre parti d’Europa: dall’Abruzzo alla Borgogna alla Stiria (Austria). Poi è arrivata la peronospora, impegnativa da contenere, ma alla fine la stagione si è conclusa con una vendemmia “ideale”, come l’hanno definita molti vignaioli, perché la lenta maturazione dei grappoli ha concesso un ritmo corretto per la raccolta.


I NUMERI DELLA VAL ISARCO La Val Isarco rappresenta il territorio viticolo più settentrionale d’Italia, e si stende per 80 km verso nord a partire dalla città di Bolzano, lungo il corso del fiume Isarco fino al confine italiano con l’Austria. Gli ettari vitati rappresentati dai diciotto soci EISACKTALWEIN sono 360 (su 460 totali) e sono posizionati su pendii terrazzati ad altitudini medie comprese fra 400 e 850 m. e pendenze medie dal 30% al 70%. All’interno della valle coesistono diversi microclimi, accomunati dalla vigorosa escursione termica fra il giorno e la notte e dall’intensa insolazione, i quali permettono di coltivare con ottimi risultati vari vitigni a bacca bianca. 
 

I VINI IN DEGUSTAZIONE La degustazione concentrerà l’attenzione su quattro vitigni a bacca bianca che nella valle trovano le condizioni ideali per esprimersi ai massimi livelli: pinot bianco, sylvaner, müller thurgau e kerner. Annata, terroir della Val Isarco e molto altro racconteranno questi dodici vini, che sono anche testimoni del cambiamento climatico in atto e frutto di scelte mai facili, come spiega Manni Nössing, presidente di EISACKTALWEIN: «Oggi siamo in confusione, non abbiamo più riferimenti: gli inverni sono spesso caldi e piovosi, la neve si fa vedere solo a gennaio e per pochi giorni, le primavere sono inesistenti con temperature già molto elevate. Le condizioni sono spesso estreme e i rischi sempre maggiori. La tecnologia e i moderni sistemi di raccolta ed elaborazione dei dati aiutano ma, come nel passato così anche oggi, sono l’occhio e il cervello del vignaiolo a fare la differenza. Quindi l’unica ricetta valida per ottenere buoni risultati nel nostro terroir (ma anche in tutti gli altri) è non stancarsi mai di osservare e conoscere profondamente le proprie vigne, le proprie viti una per una. Solo così è possibile comprendere come agire e quali scelte compiere ogni giorno, di fronte all’imprevedibilità della natura».

 

I campioni:


1 - Alto Adige DOC Pinot Bianco 2016 - campione di vasca - Wassererhof 
2 - Alto Adige DOC Pinot bianco 2016 - campione di vasca - Weingut Ebner       
3 - Alto Adige DOC Pinot Bianco “Praesulis” 2016 - campione di vasca - Gumphof

4 - Alto Adige Valle Isarco DOC Sylvaner 2016 - campione di vasca - Taschlerhof 
5 - Alto Adige Valle Isarco DOC Sylvaner 2016 - campione di vasca - Garliderhof                                    
6 - Alto Adige Valle Isarco DOC Sylvaner 2016 - campione di vasca - Kuenhof 
7 - Alto Adige Valle Isarco DOC Müller Thurgau “Sass Rigais” 2016 - campione di vasca - Manni Nössing    
8 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner 2016 - campione di vasca - Köfererhof                                              
9 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner 2016 - Tenuta Bessererhof Otmar Mair
10 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner 2016 Strasserhof                            
11 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner “Aristos” 2016 - Cantina Valle Isarco/Eisacktaler Kellerei                            
12 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner “Praepositus” 2016 - campione di vasca - Abbazia di Novacella/Stifts.Neustift

 

Info: www.vinitaly.com


20 marzo 2017
Articoli correlati

Venezia, Pan: «Contro le agromafie, rendere sicura la circolazione di cibi sani»

VENEZIA - «In Italia un terzo della spesa quotidiana è costituita da...

Coldiretti Piacenza, "Agricoltura con il segno +": le opportunità della multifunzione per le imprese

PIACENZA - Saranno la multifunzionalità e le opportunità che in...

Fruit&Veg System, il 6 maggio a Veronafiere workshop sul “Packaging che fa sistema”

VERONA - Fruit&Veg System, l’innovativo...

Bioenergy a Cremona, dagli scarti della lana si ricavano fertilizzanti ad alto valore aggiunto

CREMONA - Il progetto, europeo, si chiama Life+GreenWoolf,...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Milano
Bayer finanzierà il progetto sulla sicurezza alimentare del giovane Maurizio Junior Chiurazzi
foto articolo newsageagro
Udine
Il Tiramisù raccontato dagli chef di ventuno ristoranti del Friuli
foto articolo newsageagro
Piacenza
Global Food Forum a Treviso, Confagricoltura: «Una visione del futuro con un cambio di marcia»
foto articolo newsageagro
Roma
Il distillato italiano a New York per lanciare la grappa nostrana

Seguici su Facebook