Enogastronomia

foto articolo newsageagro

Vintaly, seminario e degustazione dei vini Eisacktalwein: i campioni della Val Isarco


VERONA - EISACKTALWEIN protagonista a Vinitaly con un seminario. L'appuntamento è per lunedì 10 aprile, dalle 14 alle 16, presso il Palaexpo - Wine2digital – ingresso A2 (1º piano). L'unione di imprese che raccoglie diciotto produttori di vino della Valle Isarco insieme a varie strutture di accoglienza, ristorazione e promozione farà degustare 12 vini di altrettante cantine, nel seminario condotto da Ian D’Agata, direttore scientifico di Vinitaly International Academy e consulente scientifico a Vinitaly International, insieme ad alcuni vignaioli.

 

Saranno in degustazione dodici vini di dodici diversi produttori, capaci di raccontare l’annata 2016; nove di essi saranno campioni di vasca. L’ultima stagione in Val Isarco ha molto da dire: è iniziata con un grave rischio, ma anche con un colpo di fortuna, è continuata in condizioni meteo spesso estreme e col conseguente intenso lavoro in vigna, e infine si è conclusa con una vendemmia davvero buona.

 

PERICOLI EVITATI Il momento di grave rischio si è registrato nella notte fra il 26 e il 27 aprile 2016, quando la temperatura nella vallata ha subito una brusca caduta verticale puntando a scendere sotto lo zero; quando la “fortuna” ha voluto che il cielo si coprisse di nubi. Giusto in tempo per evitare una gelata che avrebbe senza dubbio compromesso la stagione vitivinicola, come è accaduto in altre parti d’Europa: dall’Abruzzo alla Borgogna alla Stiria (Austria). Poi è arrivata la peronospora, impegnativa da contenere, ma alla fine la stagione si è conclusa con una vendemmia “ideale”, come l’hanno definita molti vignaioli, perché la lenta maturazione dei grappoli ha concesso un ritmo corretto per la raccolta.


I NUMERI DELLA VAL ISARCO La Val Isarco rappresenta il territorio viticolo più settentrionale d’Italia, e si stende per 80 km verso nord a partire dalla città di Bolzano, lungo il corso del fiume Isarco fino al confine italiano con l’Austria. Gli ettari vitati rappresentati dai diciotto soci EISACKTALWEIN sono 360 (su 460 totali) e sono posizionati su pendii terrazzati ad altitudini medie comprese fra 400 e 850 m. e pendenze medie dal 30% al 70%. All’interno della valle coesistono diversi microclimi, accomunati dalla vigorosa escursione termica fra il giorno e la notte e dall’intensa insolazione, i quali permettono di coltivare con ottimi risultati vari vitigni a bacca bianca. 
 

I VINI IN DEGUSTAZIONE La degustazione concentrerà l’attenzione su quattro vitigni a bacca bianca che nella valle trovano le condizioni ideali per esprimersi ai massimi livelli: pinot bianco, sylvaner, müller thurgau e kerner. Annata, terroir della Val Isarco e molto altro racconteranno questi dodici vini, che sono anche testimoni del cambiamento climatico in atto e frutto di scelte mai facili, come spiega Manni Nössing, presidente di EISACKTALWEIN: «Oggi siamo in confusione, non abbiamo più riferimenti: gli inverni sono spesso caldi e piovosi, la neve si fa vedere solo a gennaio e per pochi giorni, le primavere sono inesistenti con temperature già molto elevate. Le condizioni sono spesso estreme e i rischi sempre maggiori. La tecnologia e i moderni sistemi di raccolta ed elaborazione dei dati aiutano ma, come nel passato così anche oggi, sono l’occhio e il cervello del vignaiolo a fare la differenza. Quindi l’unica ricetta valida per ottenere buoni risultati nel nostro terroir (ma anche in tutti gli altri) è non stancarsi mai di osservare e conoscere profondamente le proprie vigne, le proprie viti una per una. Solo così è possibile comprendere come agire e quali scelte compiere ogni giorno, di fronte all’imprevedibilità della natura».

 

I campioni:


1 - Alto Adige DOC Pinot Bianco 2016 - campione di vasca - Wassererhof 
2 - Alto Adige DOC Pinot bianco 2016 - campione di vasca - Weingut Ebner       
3 - Alto Adige DOC Pinot Bianco “Praesulis” 2016 - campione di vasca - Gumphof

4 - Alto Adige Valle Isarco DOC Sylvaner 2016 - campione di vasca - Taschlerhof 
5 - Alto Adige Valle Isarco DOC Sylvaner 2016 - campione di vasca - Garliderhof                                    
6 - Alto Adige Valle Isarco DOC Sylvaner 2016 - campione di vasca - Kuenhof 
7 - Alto Adige Valle Isarco DOC Müller Thurgau “Sass Rigais” 2016 - campione di vasca - Manni Nössing    
8 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner 2016 - campione di vasca - Köfererhof                                              
9 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner 2016 - Tenuta Bessererhof Otmar Mair
10 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner 2016 Strasserhof                            
11 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner “Aristos” 2016 - Cantina Valle Isarco/Eisacktaler Kellerei                            
12 - Alto Adige Valle Isarco DOC Kerner “Praepositus” 2016 - campione di vasca - Abbazia di Novacella/Stifts.Neustift

 

Info: www.vinitaly.com


20 marzo 2017
Articoli correlati

Venezia, Pan: «Contro le agromafie, rendere sicura la circolazione di cibi sani»

VENEZIA - «In Italia un terzo della spesa quotidiana è costituita da...

Coldiretti Piacenza, "Agricoltura con il segno +": le opportunità della multifunzione per le imprese

PIACENZA - Saranno la multifunzionalità e le opportunità che in...

Fruit&Veg System, il 6 maggio a Veronafiere workshop sul “Packaging che fa sistema”

VERONA - Fruit&Veg System, l’innovativo...

Bioenergy a Cremona, dagli scarti della lana si ricavano fertilizzanti ad alto valore aggiunto

CREMONA - Il progetto, europeo, si chiama Life+GreenWoolf,...

Ultima ora
StreamingTV
Intervista a Guido Garnero
Fiere ed Eventi

Ultimi eventi
foto articolo newsageagro
Milano
Milano, Cia Donne in campo Lombardia: tutti i mercati di maggio La Campagna nutre la città
foto articolo newsageagro
Bologna
Bologna, convegno Accademia agricoltura: la sostenibilità, opportunità per sistemi agricoli e food
foto articolo newsageagro
Roma
Roma, al Pincio si sceglie il miglior gusto che andrà alla finale di Gelato Festival Europa
foto articolo newsageagro

Torna Meditaggiasca, 6-7 maggio: a Taggia gli chef esalteranno la celebre oliva e il vino ligure

Seguici su Facebook